NAPOLI – Il medico che aveva eseguito l’intervento di by-pass gastrico ad Angela Iannotta, la 28enne madre di tre figli piccoli ricoverata in gravi condizioni all’ospedale di Caserta da inizio febbraio, è ora indagato dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere anche per la morte del 69enne Francesco Di Vilio, deceduto il primo gennaio scorso al Cardarelli di Napoli dopo tre interventi allo stomaco.
Il figlio dell’uomo ha chiesto la riesumazione della salma e la Procura sta valutando se disporla; il parente della vittima ha chiesto anche di essere ascoltato ma il magistrato ha per ora sequestrato tutta la documentazione sanitaria (cartelle cliniche ed esami diagnostici) relativa al 69enne di Villa Literno.
“La magistratura deve indagare a fondo perché si tratta di un medico coinvolto in più decessi sospetti. Ricordiamo che è lo stesso medico che sottopose ad un intervento di by-pass gastrico anche il 29enne di Caivano Raffaele Arcella deceduto per complicanze venute fuori durante l’operazione. Una vicenda che abbiamo seguito sin dall’inizio e per la quale è in corso un processo che speriamo possa dare giustizia alla famiglia Arcella, che da tropo tempo sta soffrendo.
E’ chiaro che qualcosa non quadra, bisogna arrivare alla verità” – ha commentato il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments