ARIENZO – Nel comune di Arienzo l’amministrazione comunale ha deciso l’abbattimento dei pini storici, alcuni risalenti al 1955, che circondano il perimetro del centro storico.

Alcuni cittadini preoccuparti per le sorti dei pini, che saranno sostituiti dai cocos, hanno contatto il Consigliere Regionale di Europa Francesco Emilio Borrelli per esporre le loro perplessità.

Così nella giornata del 26 agosto il Consigliere Borrelli assieme a Fiorella Zabatta, coPresidente nazionale di Europa Verde, e ad Andrea Falco storico ambientalista del territorio ha effettuato un sopralluogo ad Arienzo per documentare la situazione.

“Subito dopo essere stai contattati abbiamo inviato una nota al Comune per chiedere spiegazioni che però ci lasciano perplessi. I pini sani e le cui radici non hanno invaso il manto stradale saranno sostituiti tutti dalle palme che non rappresentano la storia di questa città e non offrono neanche un riparo dal sole estivo e dalle intemperie. Per quale motivo è stata presa questa decisone? Certo il sindaco e la giunta avevano il potere di effettuare questo intervento ma è giusto a livello etico, morale e dal punto di vista della tutela del verde portare avanti questa operazione come altre che di fatto eliminano pezzi importanti del nostro patrimonio arboreo? Nelle nostre città si stanno abbattendo migliaia di alberi desertificando aree già fortemente cementificate. Noi contestiamo queste scelte e continueremo a batterci per aumentare gli alberi sul nostro territorio e non per eliminarli. Al di là della questione dei pini non si può augurare ad un nostro attivista di ammalarsi di tumore, su questo chiediamo che vengano fatte delle scuse.”- le parole di Borrelli e Zabatta.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments