NAPOLI – L’udienza dinanzi al GIP sulla vicenda della giovanissima Janira Melle’, seguito dal difensore della famiglia Melle’ , avvocato Fabio Foglia Manzillo si svolgerà il giorno 27 Marzo 2024 e vede come indagati un’anestetista e un’infermiera.
Janira Mellé, maestra di sci di La Thuile, in Valle d’Aosta, muore a soli 25 anni dopo aver contratto la Meningite batterica.

In data 20 05 23 mentre si trovava in vacanza a Favignana si procurava la frattura alla caviglia sinistra per cui veniva trasportata in elicottero all Ospedale Civico di Palermo dove veniva confezionata una doccia gessata.
la giovane aveva scelto di farsi operare alla clinica Fornaca, gruppo Humanitas di Torino, una volta rientrata a casa. A parere dei periti della procura di Aosta la meningite fu sicuramente contratta nella sala operatoria della clinica Torinese e viene definita una complicanza della procedura anestetica cui la ragazza è stata sottoposta. Dimessa dalla clinica torinese, rientrata a La Thuile, paese in cui viveva con la famiglia, Mellé ha iniziato a sentirsi male a seguito dell’ insorgenza di malessere come nausea ed altri sintomi. Al domicilio risultava agitata confusa e delirante per cui veniva allertato il Servizio 112, che alle ore 23 50, la trasportava presso il DEA dell ospedale di Aosta e da qui ricoverata. Dopo una Tac i medici del nosocomio avevano avuto il sospetto di una meningoencefalite. Hanno tentato anche un intervento neurochirurgico per assorbire un edema cerebrale, ma non è servito a salvarle la vita. Il giorno 10.06 alle ore 16: 30 viene comunicata ai familiari la la morte di Janira , nel reparto di rianimazione, dove era stata ricoverata. L’udienza dinanzi al GIP sarà poi seguita il giorno 28 dal processo civile.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments