metropolitana-linea-61

NAPOLI – È sempre più disastrosa la situazione dei trasporti pubblici a Napoli dove soprattutto gli utenti della Metro Linea 1 sono vittime della mala organizzazione, degli incivili e dei vandali. In dei filmati, inviati da alcuni viaggiatori al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, si vede come sia stato vandalizzano il tabellone delle mappe delle fermate in un uno dei vagoni mentre, in un altro momento, in un treno pericolosamente sovraffollato, tra saltelli e grida, parte un coro da stadio degno di una curva in tempi pre-covid.

Il disagio degli utenti cresce giorno dopo giorno, la disorganizzazione della macchina del trasporto pubblico fomenta l’inciviltà che a sua volta favorisce la mancanza di organizzazione. Il racconto di un viaggiatore, rivoltosi al Consigliere Borrelli, è una delle tante testimonianze di tutto questo:

“Ti scrivo per raccontarti quello che ho vissuto ieri sera in prima persona, qualcosa che per molti potrebbe sembrare una fesseria ma che per me ha significato toccare con mano un enorme problema si di inciviltà che di organizzazione della città, ovvero rimanere letteralmente a piedi a causa degli orari della metro e della maleducazione di ragazzini di 14/15 anni. Insomma per sintetizzare l’ultima corsa della metro da Toledo è stata cancellata a causa della distruzione di alcune porte e di alcuni finestroni di un vagone della metro. Ora io non ti dico proprio che razza di gente poteva esserci in quel vagone, te lo lascio immaginare ma la colpa maggiore la ha Anm con l’organizzazione dei trasporti durante il week end. Non è possibile nel 2021 pensare che 3 line chiave del trasporto pubblico chiudono nel giro di un’ora le una dalle altre perché giù è il caos. Via Toledo era strabordante di gente, la stazione una continua fila di persone in barba a qualsiasi tipo di regole per la pandemia. In quel vagone eravamo compressi come sardine con questa massa di bambinetti che non faceva altro che fa bordello. In più non so perché il macchinista di turno una volta chiuse le porte del treno non è mai partito scatenando così quello che poi è successo e cioè la rottura dei finestroni dei vagoni e l’apertura forzata delle porte. C’è da dire però che se non avessero fatto così ci saremmo sentiti male visto il caldo che faceva e per come stavamo uno addosso all’ altro. Comunque una volta che siano riusciti a scendere io ho dovuto farmela a piedi da via Toledo al vomero (che poi non fa male) ma in ogni caso non è concepibile non avere un’alternativa a questo soprattutto di sabato quando la città è più viva che mai … “

“’La nostra metropolitana è seconda solo a quella del Giappone’- ha detto ‘qualcuno tempo fa. Evidentemente c’è una forte volontà a continuare nascondere la polvere sotto al tappeto, ma ora l’enorme quantità di ‘sudiciume’ sta traboccando. La situazione è a dir poco insostenibile. Un trasporto pubblico così come viene proposto adesso non è nemmeno degno di questo nome. Certo che l’inciviltà di alcuni soggetti contribuisce in maniera significativa a portare disagi ma purtroppo questi vengono ancora tollerati, segno di una strafottenza amministrativa. Quella che sarà la nuova guida della città dovrà porre rimedio a questo disastro, un trasporto pubblico degno ed efficiente è indispensabile per gli spostamenti dei cittadini e per offrire ai turisti la possibilità di godersi a pieno tutta la città.”- ha commentato il Consigliere Borrelli.

video : https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/156821509954569

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments