NAPOLI – Una nuova allerta meteo per vento forte e mare agitato con mareggiate è stata emanata dalla Protezione civile della Regione Campania fino a domani. Dopo un week end scandito da temporali e temperature basse, la Campania si appresta a vivere un’altra settimana di instabilità metereologica.

La Protezione civile della Regione Campania ha prorogato e ampliato l’allerta meteo in atto sull’intero territorio per vento forte e mare agitato con possibili mareggiate, integrandola, dalle 16, con il rischio idrogeologico e idraulico di livello Giallo per le zone 6, 7, 8 (Zona 6: Piana Sele e Alto Cilento; Zona 7: Tanagro; Zona 8: Basso Cilento).​

E’ previsto infatti un peggioramento che, soprattutto sui settori meridionali della regione, porterà nuove precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale che, in considerazione dell’innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua dovuto alle condizioni meteo dei giorni scorsi, ha fatto scattare l’allerta di colore Giallo che resterà in vigore fino alle 6 di martedì mattina.

Proseguiranno infatti nel corso della giornata odierna venti forti con raffiche sull’intero territorio regionale che andranno via via ad attenuarsi a partire dalla serata quando, sui quadranti meridionali, si verificheranno precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio e temporale.

La Protezione civile della Regione Campania raccomanda alle autorità competenti di prestare la massima attenzione al rischio idrogeologico anche in assenza di precipitazioni e segnala, tra l’altro, la possibilità di caduta massi o fenomeni franosi legati a condizioni particolarmente fragili del territorio.

Si raccomanda di mantenere in essere fino alle 6 di domani mattina su tutta la Campania tutte le misure atte a prevenire, mitigare e contrastare l’impatto di venti forti (anche attivando il monitoraggio del verde pubblico e delle strutture esposte alle sollecitazioni​) e del conseguente moto ondoso che potrebbe determinare mareggiate .
Si segnala la necessità di attivare inoltre tutte le misure atte a contrastare il rischio idrogeologico ed idraulico nelle zone 6,7 e 8 in cui vige l’allerta Gialla.

Riepilogo allerte meteo:

– Attualmente in vigore e fino alle 16 di oggi, lunedì 25 gennaio:
​su tutta la Campania: allerta per vento forte e mare agitato con possibili mareggiate

– Dalle 16 di oggi e fino alle 6 di domani, martedì 26 gennaio:
​su tutta la Campania: allerta meteo per vento forte e mare agitato;
sulle zone 6,7,8: allerta meteo per piogge e temporali con criticità Gialla associata all’allerta per vento e mare

A Napoli previste precipitazioni temporalesche. I venti saranno prevalentemente forti e soffieranno da Sud-Ovest con intensità di 34 km/h. Possibili raffiche fino a 40 km/h.
Caduta di calcinacci e alberi con danni ad autovetture si sono verificati in città e provincia.

Spazzati via dal vento anche numerosi tabelloni pubblicitari. Numerosi gli interventi dei Vigili del fuoco e della Polizia Municipale.

All’opera anche le unità della Protezione civile. Ieri difficili i collegamenti con le isole del golfo che anche per la giornata di oggi sono andati a rilento a causa delle impervie condizioni del mare.

Chiusi a Napoli parchi e cimiteri. Lo ha deciso il Comune sulla base dell’avviso di allerta meteo emesso dalla Protezione civile regionale valido dalle 6 alle 18 di domani per ‘venti forti, con possibili raffiche. Mare agitato, con possibili mareggiate lungo le coste esposte.

La Protezione civile della Regione Campania è al lavoro anche nel comune di Cervinara (Avellino), dove il maltempo ha determinato l’esondazione del torrente Cardito a valle del centro abitato. Quindici volontari della Protezione civile della Regione Campania sono intervenuti con mezzi speciali per consentire l’evacuazione di tre famiglie rimaste intrappolate a causa del maltempo.

Una strada comunale montana che collega i comuni di San Pietro al Tanagro e San Rufo, in provincia di Salerno, è stata chiusa per una frana. L’arteria, denominata via Montagna, è stata invasa da detriti, terreno ed alcuni grossi tronchi. Si teme anche un cedimento strutturale della carreggiata danneggiata.

“Alcuni cittadini di Miano ci hanno segnalato il crollo di un tratto di strada in via Langella. Dalle prime ricostruzioni pare che sia fuoriuscita una grossa perdita di acqua che ha causato, assieme al maltempo, il crollo. I residenti delle abitazioni limitrofe ora temono per la sicurezza delle proprie abitazioni. Sul posto erano già presenti dei cantieri per lavori alle tubature, così come raccontatoci dai cittadini. Chiediamo che si proceda immediatamente alla messa in sicurezza del tratto interessato e alle verifiche del caso per capire se il crollo sia collegato ai lavori in corso”, lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde, allertato dai residenti impauriti.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments