MUNNEZZA

NAPOLI – “Nel suo continuo girovagare, il mercatino della monnezza ora s’è spostato a ridosso dell’ex Cinema Argo, nei pressi di Porta Capuana, restando però, comunque a ridosso della stazione centrale di Napoli e del Vasto”.

A denunciarlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli con il conduttore della radiazza su Radio Marte Gianni Simioli, che da anni, denunciano i mercatini della monnezza in varie zone di Napoli e provincia e, in particolare, a ridosso della stazione centrale di Napoli .

“I mercatini della monnezza vanno bloccati perché rappresentano un pericolo sanitario visto che sono in vendita prodotti presi nella spazzatura, ma sono anche un modo per vendere prodotti rubati alimentando quindi furti e rapine” hanno aggiunto Borrelli e Simioli per i quali “è necessario smantellarli subito per evitare che si crei quella ‘fideizzazione’ che diventa poi difficile da estirpare.

Questo mercatino immondo si svolge tra bidoni stracolmi di rifiuti, una puzza insopportabile e una sporcizia che non può essere tollerata. Va subito smantellato prima che la situazione degeneri”.

Mercatino della monnezza si sposta nei pressi dell'ex cinema Argo tra rifiuti, sporcizia e cattivi odori. Verdi. Va smantellato subito perché alimenta furti e rapine ed è un pericolo sanitario“Nel suo continuo girovagare, il mercatino della monnezza ora s’è spostato a ridosso dell'ex Cinema Argo, nei pressi di Porta Capuana, restando però, comunque a ridosso della stazione centrale di Napoli e del Vasto”.A denunciarlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli con il conduttore della radiazza su Radio Marte Gianni Simioli, che da anni, denunciano i mercatini della monnezza in varie zone di Napoli e provincia e, in particolare, a ridosso della stazione centrale di Napoli.“I mercatini della monnezza vanno bloccati perché rappresentano un pericolo sanitario visto che sono in vendita prodotti presi nella spazzatura, ma sono anche un modo per vendere prodotti rubati alimentando quindi furti e rapine” hanno aggiunto Borrelli e Simioli per i quali “è necessario smantellarli subito per evitare che si crei quella ‘fideizzazione’ che diventa poi difficile da estirpare. Questo mercatino immondo si svolge tra bidoni stracolmi di rifiuti, una puzza insopportabile e una sporcizia che non può essere tollerata. Va subito smantellato prima che la situazione degeneri”.

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Mercoledì 3 ottobre 2018

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments