NAPOLI – I carabinieri della compagnia Napoli Centro hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto un 42enne incensurato del posto per il reato di ricettazione.
I militari della stazione Napoli San Giuseppe sono intervenuti in una pizzeria di via Bernardini Rota del quartiere Porto.

I carabinieri sono stati allertati dal personale dell’Asl Napoli 1 che era impegnato in accertamenti di tipo sanitario quando, in un deposito dell’attività commerciale, hanno trovato diverso materiale di dubbia provenienza. Rinvenuti e sequestrati una decina di scatoloni contenenti sigarette di varie marche, valori bollati, titoli di viaggio del trasporto pubblico locale, gratta e vinci e tanto altro.

L’attività di catalogazione è durata tutta la notte e quanto sequestrato ammonta nello specifico a:
4.300 pacchetti di sigarette di differenti marche e tipologia, 300 confezioni di tabacco, 600 sigarette elettroniche tra monouso e combustione, 3.500 foglietti per cambiali, 90 francobolli, 4 rotoli di marche da bollo, 600 gratta e vinci di differenti tipologie, 150 pacchetti di gomme da masticare e caramelle.
L’ispezione dei carabinieri ha permesso di individuare anche un foro che permette di accedere nei servizi fognari ed è proprio sotto terra che i militari hanno rinvenuto e sequestrato attrezzi atti allo scasso.
Indagini in corso da parte dei Carabinieri della compagnia Centro. Il fermato – proprietario della pizzeria – che è stato trasferito in carcere a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Solo il 23 novembre scorso i carabinieri arrestarono 9 persone per la tecnica del buco.

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments