carabinieri

NAPOLI – Maxi operazione dei carabinieri tra Napoli e provincia. Nella notte i militari hanno eseguito su indicazione della Dda di Napoli 14 ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip di Napoli. I fermati sono tutti indiziati di associazione per delinquere di tipo mafioso e associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti nonché di spaccio di stupefacenti, possesso di documenti di identità falsi e lesioni aggravate con metodo mafioso.

L’indagine, come si apprende parte da un filone investigativo scattato dopo l’omicidio di un pusher avvenuto a gennaio. Da lì gli investigatori sono riusciti a scoprire e disarticolare una complessa associazione a delinquere, nata sulle ceneri dell’ex clan Sarno, di tipo mafioso operativa in quel rione e denominata Casella.

A gestire la holding criminale tre fratelli che in breve tempo erano riusciti a organizzare una articolata piazza di spaccio nel quartiere. La piazza era perennemente controllata da telecamere e vedette che erano addirittura organizzate in turni di lavoro h24. Spesso, secondo gli investigatori, il clan faceva anche utilizzo di armi da fuoco per far rispettare il proprio predominio sulla zona.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments