VOMERO – “Anche quest’anno nell’ambito della municipalità collinare, che comprende i quartieri del Vomero e dell’Arenella si terranno le fiere natalizie – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della circoscrizione Vomero -. Infatti con la disposizione dirigenziale n. 334 del 13/11/2023, sono stati pubblicati i relativi bandi per le fiere del Natale 2023, attualmente in fase di allestimento. Le strade e le piazze prescelte sono l’area pedonale compresa tra le vie Kauffmann e Bertini, nei pressi del parco Mascagna, nella quale è prevista la collocazione di 37 stalli, dove in questi giorni è stato installato il cantiere per i lavori all’interno del parco. Altri 10 stalli saranno collocati sia in via Enrico Alvino che in Piazza Muzii. Infine 22  saranno gli stalli da collocare in piazza degli Artisti. Per un totale dunque di 79 stalli ”

“Mugugni e proteste sta suscitando proprio la scelta di collocare una delle fiere in piazza degli Artisti, dove peraltro di recente è stato istituito il cantiere per i lavori all’albero monumentale presente nella piazza, cantiere che per tutta la durata della fiera dovrà dunque coesistere con quest’ultima con conseguenze immaginabili  – sottolinea Capodanno -. Una piazza che a seguito della pedonalizzazione di via Luca Giordano, è di fatto diventata uno snodo fondamentale per la viabilità nell’ambito della municipalità collinare. La presenza della fiera natalizia creerà certamente, come già avvenuto negli anni passati, ulteriori problemi dal momento che già attualmente il traffico in quella zona si paralizza con notevoli ripercussioni su tutta l’area circostante. Da osservare altresì che parte dell’area area occupata dalla fiera era stata precedentemente adibita alla sosta dei carri gru per la rimozione delle autovetture in sosta vietata, i quali adesso dovranno trovare una diversa collocazione fino al termine della fiera “.

“Inoltre – puntualizza Capodanno – per poter collocare i 22 stalli in piazza degli Artisti è stato adottato un nuovo dispositivo di traffico, in vigore da stamattina e per tutta la durata della fiera, dispositivo che prevede il divieto di transito veicolare nella rotatoria e nel tratto della piazza compreso tra la confluenza con via Giuseppe Recco, l’isola spartitraffico ubicata di fronte il civ. 39 e il tratto da via Giuseppe Recco alla confluenza di via Luca Giordano, con la creazione di un’area pedonale dove sarà vietata anche la sosta, nonché  il divieto di sosta per l’intera giornata, con rimozione forzata, nell’area antistante l’isola spartitraffico, con conseguente sospensione degli stalli per i motoveicoli ivi posizionati, al cui posto verranno allestiti alcuni stalli del mercatino. Infine è previsto lo spostamento delle campane della raccolta differenziata, presenti sull’ isola spartitraffico rialzata, sul bordo verso via San Gennaro ad Antignano. Il tutto secondo quanto indicato nel grafico allegato al bando in questione. Gli effetti del nuovo dispositivo già si gfanno sentire e la situazione non potrà che peggiorare con l’approssimarsi delel festività natalizie “.

“In verità  – sottolinea Capodanno – per una fiera natalizia, fatta per l’esposizione e il commercio di soli prodotti tipici del periodo, come addobbi e pastori, sarebbe stato più opportuno, anche tenendo conto della presenza del cantiere installato in piazza degli Artisti e del traffico già caotico, aggravato dalla riduzione degli stalli di sosta per auto e moto, l’utilizzazione, di luoghi come il piazzale di San Martino, la qual cosa avrebbe potuto comportare anche una ricaduta sul piano turistico, senza incidere sul traffico già caotico che si registra sulla collina “.

“Con l’occasione – conclude Capodanno – sollecitiamo gli uffici preposti  affinché venga assicurato, anche incrementando la presenza del personale addetto, che, durante tutto il periodo di permanenza, le fiere natalizie collocate nelle strade della municipalità collinare rispettino tutti i requisiti attualmente previsti da norme e regolamenti, con particolare riferimento a quelli relativi alla sicurezza, all’ordine pubblico, alla viabilità e alla tutela dell’igiene pubblica, nonché che vengano mantenuti tutti gli obblighi e i requisiti indicati nei rispettivi bandi, anche attraverso continui e costanti controlli da effettuare durante lo svolgimento delle fiere, pure per evitare che, insieme agli operatori autorizzati, si manifesti, come già accaduto negli anni scorsi, la presenza di abusivi privi delle necessarie autorizzazioni “.

 

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments