NAPOLI – Antonio Landieri fu ucciso a Scampia durante i giorni della faida di camorra.

Il giovane e i suoi amici furono scambiati per un gruppo di spacciatori dai pusher rivali.

La sentenza che lo ha riconosciuto come vittima innocente di camorra è arrivata solo dopo dodici anni.

Ora la Corte di Cassazione ha annullato la sentenza di condanna all’ergastolo, limitatamente alla aggravante della recidiva, ordinando un nuovo giudizio per Davide Francescone.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments