MILITARI

CASERTA – Nella settimana appena conclusa, le unità delle Forze di polizia e dell’Esercito Italiano impegnate nelle attività di contrasto ai roghi di rifiuti, sulla base della programmazione della Cabina di Regia “Terra dei fuochi”, presieduta dall’ Incaricato Filippo Romano, sotto il coordinamento delle prefetture di Napoli e Caserta, hanno condotto attività di controllo in decine di attività commerciali, con un imponente dispiegamento di personale e mezzi, anticipato dalla ricerca e sorveglianza del territorio dagli Aeromobili a Pilotaggio Remoto e pattuglie a terra dell’Esercito, dai velivoli del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza e dai droni dei Vigili del Fuoco.

Il giorno 15 febbraio, nei comuni di Marcianise, Capodrise, Macerata Campania e Portico di Caserta, in provincia di Caserta, le attività congiunte hanno visto impiegate pattuglie dei Carabinieri della territoriale e forestali, della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza oltre alle competenti Polizie Locali dei Comuni interessati e Polizia Provinciale di Caserta, il personale dell’ARPAC, e ASL di Caserta, in una serie di controlli, a seguito dei quali è stata posta sotto sequestro un’ autocarrozzeria abusiva, elevate ammende per circa 13 mila euro in sanzioni amministrative.

Inoltre sono state controllate altre due attività commerciali, identificate 12 persone, di cui 2 denunciate e 3 sanzionate, posti sotto sequestro 8 veicoli, e 100 mq di aree adibite a stoccaggio rifiuti.

Il 9 febbraio, con ordinanza della Questura di Napoli, nei comuni di Casamarciano, Comiziano, e Tufino, sono state controllate 5 attività commerciali, sanzionate 2 persone e 2 denunciate, sono stati controllati 13 veicoli, di cui 3 posti sotto sequestro.
In un area destinata alla riparazione di mezzi industriali, è stato disposto il sequestro di un sito di stoccaggio di rifiuti di oltre 3000 mq ed elevate sanzioni fino a 200 mila Euro.

Contemporaneamente è stato svolto un servizio straordinario di controllo del campo Rom “Costagliola” sito in Qualiano da personale della Compagnia CC di Giugliano in Campania, supportato da compagnie Gruppo Castello di Cisterna e da un velivolo del nucleo elicotteri, unitamente a personale della Polizia municipale e dei servizi tecnici e sociali del comune di Qualiano, al termine del quale 25 persone sono state denunciate in stato di libertà per smaltimento illecito di rifiuti e ricettazione (ma anche per inosservanza dell’istruzione elementare dei minori). Sono stati inoltre sequestrati 14 veicoli per mancanza di assicurazione ed intestazione fittizia, elevate le connesse sanzioni per violazioni al Codice della strada (per complessivi 25088 euro) e sequestrato arnesi e attrezzi da scasso e parti di autoveicoli e motoveicoli, provento di ricettazione. Rimossi, tramite ditta specializzata, circa 50 mc di rifiuti e avviata la rimozione di altri circa 10000 mq di rifiuti di vario genere, in parte già combusti. A conferma della persistenza di un’attività di smaltimento illecito di rifiuti, proprio durante i controlli è stato sanzionato amministrativamente un cittadino che è entrato nel campo, non accorgendosi della presenza delle forze di polizia, alla guida di un auto sulla quale erano legati due materassi, con il chiaro intento di depositarli in loco.

Per quanto precede, si evidenzia che il trend della legalità è in crescente sviluppo, come attestano i dati afferenti le sanzioni amministrative che – dopo aver conosciuto un aumento esponenziale negli scorsi dodici mesi – al momento appaiono in diminuzione. Analogamente, dai controlli dell’ultimo bimestre ad aziende ed esercizi commerciali già oggetto di sanzioni e rilievi amministrativi o penali, è emerso che in nessuna di queste attività sono state riscontrate reiterazioni di azioni illecite ovvero altre condotte sanzionabili amministrativamente e penalmente. Ciò a riprova della utilità della costante opera di prevenzione e controllo svolta dal dispositivo “Terra dei fuochi”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments