POZZUOLI – Forte scossa di terremoto nei Campi Flegrei. Alle 19,45 la terra è tornata a tremare. La magnitudo registrata è stata di 3,8 tra Napoli e Pozzuoli. Probabilmente epicentro nell’area degli Astroni, oasi naturale al confine tra Napoli e Pozzuoli.

Il sisma è stato nitidamente avvertito nei comuni di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto e a Napoli anche nella zona orientale.

Molte le telefonate ai Vigili del Fuoco.

Gente in strada su via Napoli e nelle zone adiacenti la fumarola dei Pisciarelli.

Il giornalista Alessandro Di Liegro ne ha dato notizia in diretta durante il Tgr Campania.

Da tempo nei Campi Flegrei è in atto un vistoso fenomeno di sciami sismici ripetuti legati al bradisismo.

In ordine alla scossa di terremoto registrata intorno alle 19:45 a Napoli e nei Campi Flegrei, si comunica che la Città Metropolitana di Napoli è in continuo contatto – attraverso il suo Consigliere Delegato alla Protezione Civile, Salvatore Flocco, che si è recato a Palazzo Salerno nelle immediatezze dell’evento tellurico – con la Prefettura di Napoli e, per suo tramite, con i reparti di Protezione Civile e i Vigili del Fuoco.
Fino a questo momento non si sono registrate criticità.

Scossa ai Campi Flegrei, la più forte degli ultimi 20 anni. Borrelli: “Il Governo si decida a concedere la deroga sul Superbonus, da noi proposta, per la ristrutturazione degli edifici nelle aree colpite dal bradisismo.”

La terra ha tremato ancora ai Campi Flegrei.

Nella serata del 7 settembre, alle 19.45, si è registrata una scossa di terremoto di magnitudo 3.8. Una delle scosse più forti degli ultimi 20 anni.

Lo sciame sismico è  stato avvertito in gran parte di Napoli, soprattutto nella zona più vicina a Pozzuoli.

“Gli eventi sismici legati al fenomeno del bradisismo continuano a susseguirsi ed è preoccupante per la stabilità degli edifici. Il Governo deve intervenire per fare attività di prevenzione. Stiamo ancora attendendo la deroga sul Superbonus 110% dello sconto in fattura e della cessione del credito per ristrutturare gli edifici nelle aree colpite dal bradisismo proposta da noi in Aula durante l’ordine del giorno che fu approvato all’unanimità. I tempi si stanno allungando troppo. Infine servono gli aggiornamenti dei piani di evacuazione e le esercitazioni” – queste le parole del deputato di Alleanza Verdi Sinistra Francesco Emilio Borrelli.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments