NAPOLI – Gli angeli esistono, sono quella moltitudine di ragazzi che indossano fieri la divisa e percorrono le strade della nostra città, giorno e notte, sprezzanti della paura, mettendo a repentaglio la propria vita per il benessere della comunità.

Ieri mercoledì 22 febbraio alle ore 12:30, un poliziotto del Commissariato Pianura, libero dal servizio, percorreva col suo scooter, via Cintia, quando, all’altezza del muretto di cinta del cavalcavia che collega Fuorigrotta a Pianura nota una donna scavalcare il muretto.

Non ci pensa su due volte, e con molta calma gli si avvicina.

La donna era in stato di agitazione, si capiva chiaramente che era pronta all’insano gesto.

Il poliziotto nota subito la precarietà in cui la donna versava: lo spazio in cui i piedi erano appoggiati era stretto tanto da lasciare quasi tutto il piede nel vuoto, il dirupo alto, scivoloso e franoso accoglieva un albero con rami secchi e miseri, dove la donna provava precariamente a mantenersi.

L’Agente ormai avvicinatosi alla donna comincia un parlare empatico e rassicurante.

Nel mentre il poliziotto trova la maniera di chiamare la centrale operativa che subito si adopera per far giungere sul posto le volanti in ausilio: Commissariato Pianura e San Paolo.

Un Agente in servizio subito affianca il poliziotto libero dal servizio: i due continuano a parlare e nel contempo riescono a scavalcare il muro di cinta, l’Agente in servizio approfitta per afferrare la donna per il giubbino mentre in contemporanea la gente libero dal servizio la tira a sé, mettendola così finalmente in sicurezza.

La donna viene tranquillizzata e affidata al personale sanitario del 118 diretta al pronto soccorso dell’Ospedale San Paolo.

La folla curiosa, ma anche impaurita che nel frattempo si era formata, applaude a questi ragazzi che, con il loro coraggio, la loro professionalità e la loro dedizione al dovere, sono riusciti ancora una volta a salvare una vita.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments