NAPOLI – Un uomo di 48 anni è stato ferito alla gamba destra da un colpo d’arma da fuoco, nel quartiere Ponticelli di Napoli, a pochi metri da una scuola.

E’ stata la polizia a trovarlo.

Una volante stava passando per normali controlli quando ha visto un uomo a terra.

Si trattava del 48enne, che ha qualche precedente di polizia.

L’uomo – le cui condizioni non destano allarme – è stato trovato in piazza Aprea: a pochi metri di distanza c’è l’istituto comprensivo statale 49° Toti Borsi Giurleo.

AGGUATO A PONTICELLI, MARESCA: “SU QUESTIONE SICUREZZA COMUNE HA FALLITO”

“L’ennesimo agguato a Ponticelli nel momento in cui i bambini della scuola Toti si accingevano ad uscire, è la dimostrazione che la questione sicurezza è ancora maledettamente seria e non c’è stata in più di un anno alcuna risposta da parte delle istituzioni”.

Così in una nota Catello Maresca, consigliere comunale di opposizione, in merito all’agguato che poco fa si è consumato davanti a una scuola a Ponticelli. A darne notizia Stefano Marzatico, consigliere del Gruppo Maresca alla VI Municipalità, che tuona: “Si è diffuso il panico e la paura ha provocato una calca tra genitori in fuga e chi cercava di nascondersi all’interno dell’edificio scolastico. Ormai viviamo una situazione insostenibile.

Un anno è passato, senza aver avuto risposta da chi amministra la città, ma al consueto corteo dell’11 novembre, anniversario della strage del Bar Sayonara, domani parteciperanno in tanti prendendosi applausi che non meritano. Sarebbe il caso che ognuno di loro si dimettesse e chiedesse scusa al quartiere di Ponticelli”.

“Purtroppo senza sicurezza non si può pensare di programmare nulla e non c’è da attendersi niente di buono per il futuro – incalza Maresca – Su questo l’amministrazione comunale ha completamente fallito. Speriamo in un decisivo intervento da parte del neo ministro Piantedosi, perché serve una scossa seria ed un piano strategico efficace che stiamo invocando dal primo Consiglio comunale ormai più di un anno fa.

Da allora solo chiacchiere e la gravità della situazione è sotto gli occhi di tutti”.

(ANSA).

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments