NAPOLI – Il nome di Eduardo Scarpetta, inciso una targa toponomastica in marmo per indicare una strada a lui dedicata, che giace tra monnezza, sterpaglia e macerie è il simbolo del degrado delle periferie napoletane e del poco rispetto che viene riservato ai grandi della cultura partenopea.

È quello che accade a Ponticelli, nella periferia orientale della città, come è stato segnalato da alcuni cittadini al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

“È un’immagine che ci provoca profonda tristezza e grande delusione. Il ricordo di chi ha contribuito a rendere grande la nostra città e la sua storia viene gettato, letteralmente, nella spazzatura. Ci fa capire, ancora una volta, che troppe persone non provano amore per il proprio territorio e non hanno rispetto per nulla. Al contempo, bisogna cominciare ad amministrare in modo del tutto differente la città tutta, a partire proprio dalle periferie che non posso più essere considerate il tappetino sotto il quale nascondere la polvere anche perché ormai da tempo essa è strabordata. Serve un cambiamento radicale.”- ha commentato il consigliere Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments