NAPOLI – Ragazza picchiata dal fidanzato a Posillipo. Lei non vuole denunciare anche se è dovuta andare in ospedale dopo le botte prese. Borrelli: “Ho parlato con i suoi familiari. Bisogna convincerla a sporgere denuncia per fermare quel soggetto violento e pericoloso.” Inviata in ogni caso segnalazione e identità del soggetto alla Questura.

Ha fatto il giro del web e suscitato tanta indignazione il video della ragazza picchiata dal proprio fidanzato a Posillipo il cui episodio è stato denunciato dal deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli. Il video sarebbe solo una piccola parte delle botte che la donna ha preso quella notte.


Sono entrambi di Afragola e lei, a quanto risulta, non avrebbe intenzione di sporgere denuncia nonostante si sia dovuta recare in ospedale a causa delle botte prese.
Lo si apprende da alcuni familiari della ragazza che si sono appellati al deputato Borrelli.

 

“Ho parlato con alcuni suoi parenti e lei è restia a denunciare ma quel suo pseudo-fidanzato che è un soggetto violento e pericoloso e non può passarla liscia, deve essere denunciato. Noi abbiamo fatto in ogni caso segnalazione alla Questura ma non basta”- dichiara Borrelli- “Ovviamente lei va aiutata e non bisogna gettarle addosso la croce, si ricordi che la vittima è lei, ma è appunto per questo che deve trovare in sé la forza di reagire  e sporgere denuncia e i suoi familiari, amici e conoscenti devono sostenerla in questo. Tutti dobbiamo farlo. Il confine tra uno schiaffo e qualcosa di più violento e drammatico a volte è molto sottile e noi non permetteremo che questa vicenda si concluda così e finisca nel dimenticatoio. È il momento di dare davvero un segnale forte contro la violenza sulle donne. Le facciamo un appello pubblico: denuncia. Fallo per te e per aiutare anche la persona che ti ha fatto del male che deve pagare ed essere fermato.”

In merito al video andato in rete e diventato virale relativo alla vicenda che vede un uomo – la sera dell’8 luglio scorso in via Orazio nel quartiere Posillipo – aggredire una donna per poi, dopo un breve litigio con altre persone, salire in una biposto e allontanarsi, i Carabinieri della compagnia di Casoria hanno identificato l’autore delle percosse.
Si tratta di A.L., 36enne della provincia di Napoli. La donna aggredita, fidanzata dell’uomo, ha 28 anni.
A dirigere e coordinare le indagini la Procura della Repubblica di Napoli, IV sezione indagini “Violenza di genere e tutela delle fasce deboli della popolazione”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments