NAPOLI – Emergono nuovi dettagli sulla rapina ai danni del rider Gianni Lanciato, aggredito e derubato da una baby gang. Secondo quanto riportano alcune carte dell’inchiesta, la banda, composta da tre minorenni e due maggiorenni, avrebbe effettuato un altro colpo a Casoria prima di pestare e rapinare il rider. Anche in quel caso, avrebbero brutalmente assalito un giovane utilizzando anche una pistola. Le forze dell’ordine avrebbero scoperto il secondo colpo grazie alle telecamere di sorveglianza che li hanno inquadrati dopo la rapina al rider. Dietro lo scooter di Gianni Lanciato appena rubato, ne transita un altro. Dalla targa risulta essere stato rubato ad una persona di Casoria che poco prima ne aveva sporto denuncia dopo essere stato rapinato e pestato. Stessa sorte toccata poco dopo al rider, stesso metodo criminale. La baby gang ora dovrà rispondere ai giudici anche di questo.

“Quando l’avvocato di uno di loro affermò che si trattava di bullismo e non di rapina, ha detto una cosa inaccettabile. Innanzitutto una rapina non può mai essere considerata una ragazzata o un atto di bullismo, specie quando è così violenta. Ma qui stiamo parlando allora , con l’indagine sul secondo colpo, di rapinatori seriali, che come tali devono essere trattati. Devono pagare il loro debito con la giustizia, noi continuiamo a chiedere per loro pene esemplari che siano da monito per tutti. A quei genitori che hanno affermato sminuendo l’accaduto che era stato un piccolo errore di “bravi ragazzi” chiediamo di sapere perchè lasciavano i propri figli in piena zona rossa e in piena notte liberi di scorrazzare per Napoli e provincia e se non intendano. Chiediamo loro se non debbano rivedere il loro sistema educativo che probabilmente ha contribuito a trasformare questi ragazzi in rapinatori seriali e violenti. Chiediamo di sapere se si rendono conto anche loro che violare le leggi e fare i rapinatori seriali violenti non è una ragazzata”, lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde.

VIDEO: https://www.facebook.com/watch/?v=420907392387533

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments