NAPOLI – La crisi dei rifiuti sembra non risparmiare alcun luogo del napoletano: dalla provincia alla città, dai quartieri a rischio alla parte altolocata, dal capoluogo alle cittadine di tutto il territorio ragionale, non vi è luogo che non sia vittima di discariche abusive, di negligenza, di inciviltà e di disservizi.

“Arrivano segnalazioni da ogni dove e tutte ci raccontano di discariche a cielo aperto, di sversamenti abusivi di rifiuti, di spazi verdi ridotti a pattumiere, di potenziali bellezze trasfigurate in un degrado allarmante.

Non vi è una tipologia specifica di quartiere e di cittadini inclini a questo tipo di illecito ma è un fenomeno dilagante, che si estende a macchia d’olio in ogni quartiere e nella provincia.

Ad esempio solo nelle ultime ore abbiamo ricevuto una segnalazione di uno sversamento illegale a Capo Posillipo, di discariche a cielo aperto a Pianura, nel Rione Berlingieri a Secondigliano e a Ponticelli, in Via Bartolo Longo, e di una situazione disastrata per le gradinate e gli spazi verdi di Capodimonte d fino a Piazza Carlo III.” – ha commentato circa l’argomento rifiuti il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, che si batte per la legalità e la difesa dell’ambiente e ha istituito un osservatorio contro gli sversamenti illeciti e abusivi e le inefficienze delle aziende partecipate che si devono occupare della raccolta dei rifiuti, che poi continua –“ Gravissimi i comportamenti di troppi genitori che hanno sversato in modo ignobile carta e cartone dei regali fatti ai loro figli gettandoli in modo super incivile ovunque.

Le discariche a cielo aperto non sono solo una manifestazione del degrado territoriale e sociale ma rappresentano delle fonti di rischio, un alto rischio, per l’ambiente e per la salute dei cittadini e quindi è urgente, innanzitutto, fare degli interventi sul territorio per ripulire i bonificare le aree interessate dallo sversamento dei rifiuti ma, cosa più importante, è modificare radicalmente i nostri usi e costumi e cominciare ad orientarci con una mentalità differente che possa garantire una futuro più roseo, per noi e per l’ambiente.”

“Intere zone della città, dopo il Natale, si ritrovano stracolme di spazzatura di ogni tipo. In tanti, il 25, hanno gettato la spazzatura lungo le strade infischiandone di conferirla nei cassonetti e di fare un minimo di differenziata. Migliaia di carta e cartoni da regalo sono stati gettati nei cassonetti mentre potevano essere facilmente differenziati. Dalle attività commerciali ai privati, in molti, nell’inciviltà più totale, hanno contribuito a imbrattare Napoli. In via Solimena, ad esempio, il passaggio pedonale è ostruito dall’immondizia. Alle spalle di Palazzo San Giacomo, sede del Municipio, i contenitori della spazzatura straripano. In via Nino Bixio, a Fuorigrotta, hanno creato una discarica a cielo aperto. In via Simone Martini c’è perfino uno pneumatico sversato. In via Altamura, il marciapiede è invaso da sacchetti. Ma alla cialtroneria di qualche cittadino strafottente, si aggiunge il mancato prelievo, oggi 26 dicembre, da parte degli impiegati dell’Asia. In diverse aree, infatti, come in via Aniello Falcone o al Vomero, i cassonetti della differenziata sono stracolmi, segno di un mancato passaggio. A Barra, Ponticelli, San Giovanni a Teduccio, Soccavo e Pianura ci sono cumuli ovunque. Il che rende in troppi casi le aree e i marciapiedi impraticabili, con sacchetti e rifiuti vari sparsi ovunque ed esposti alla intemperie”. Lo ha dichiarato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi che ha effettuato una serie di sopralluoghi.

“E anche all’esterno dell’ospedale dei Pellegrini, fino a poche ore fa, lo spettacolo era raccapricciante. Montagne di sacchetti ammassati come se fossimo in un’isola ecologica – ha aggiunto Borrelli – e non all’esterno di una struttura sanitaria. Una situazione indecente causata da vergognosi incivili che, anche grazie alla nostra segnalazione, è stata risolta con una ripulita generale da parte dell’Asia. Provvederemo a sollecitare l’Asia a ripulire quelle aree tralasciate nella giornata di oggi per restituire dignità ai luoghi della nostra città. Ma non bastano più le decine e decine di segnalazioni che ci arrivano ogni giorno, non solo durante le festività. Occorre un cambio radicale nella mentalità delle persone, occorre partire dalle scuole per sensibilizzare le nuove generazioni, serve inoltre un servizio efficiente e costante. Ma, soprattutto, servono multe drastiche per questi farabutti che gettano immondizia in strada senza alcun ritegno”.

Fuorigrotta: https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/2882312065146766/

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments