NAPOLI – Nella mattinata di ieri, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Sala Operativa, sono intervenuti al Rione Sanità per la segnalazione di una donna aggredita dal figlio.
Gli operatori, giunti immediatamente presso l’abitazione della richiedente, hanno notato quest’ultima in evidente stato di agitazione e, poco distante, un uomo, in stato di aleterazione psico-fisica. Quest’ultimo, anche dinnanzi ai poliziotti, ha continuato nella sua condotta aggressiva con minacce di morte, dapprima nei confronti della madre, come già avvenuto in precedenti occasioni e, successivamente, anche nei confronti degli operatori. L’esagitato, in quei frangenti, ha tentato di afferrare qualcosa sotto il cuscino ma è stato repentinamente bloccato e messo in sicurezza.
Gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato un coltello a serramanico, un manganello telescopico ed un paio di formici che l’uomo stava celando, appunto, sotto il guanciale nella sua camera da letto; mentre, nelle sue tasche è stato rinvenuto un ulteriore coltello a serramanico.
L’indagato, un 39enne ucraino, è stato tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia e minacce a Pubblico Ufficiale aggravate.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments