NAPOLI – In questi giorni a Riva Fiorita, lo spettacolo che si presenta agli occhi dei residenti e dei visitatori in uno degli angoli più belli della nostra città, a due passi da Villa Rosbery la residenza del Presidente della Repubblica, è avvilente.

Lo specchio d’acqua ricoperto di rifiuti di ogni genere frutto dell’inquinamento e probabilmente anche di sversamenti abusivi, trascinati a riva dalle correnti.

“Dobbiamo preservare e proteggere questo piccolo angolo di paradiso e l’intero nostro litorale che viene ripetutamente violentato da scarichi abusivi, allacciamenti alla rete fognaria fuori legge e dal mancato controllo da parte dei servizi competenti. Manteniamo alta l’attenzione su questi veri e propri crimini ambientali e coinvolgiamo tutti i cittadini e i frequentatori del posto a farsi parte attiva in questa lotta a difesa del nostro mare. Chiediamo alle autorità competenti di potenziare i controlli su tutto il litorale cittadino verificando lo stato manutentivo della stessa rete fognaria che, in prossimità delle piogge autunnali, sarà sottoposta inevitabilmente a fenomeni estremi. Un’attività di controllo che deve consentire di risalire ai responsabili di questi inaccettabili crimini ambientali. Chiediamo che siano applicate severamente le sanzioni previste per chi inquina”. Lo hanno dichiarato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde e Gianni Caselli, consigliere della I Municipalità di Europa Verde, che hanno ricevuto foto segnalazioni sull’inquinamento dello specchio d’acqua di Riva Fiorita.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments