NAPOLI – Importante operazione congiunta condotta dagli uomini della Capitaneria di Porto di Napoli, della Guardia di Finanza e della Polizia di Stato della Questura di Napoli, nell’ambito di dell’attività finalizzata alla prevenzione e repressione di condotte illecite ai danni delle spiagge e del mare del comune di Napoli. Il personale intervenuto effettuava un capillare controllo presso lo specchio acqueo antistante – località Nisida/Coroglio del comune di Napoli.

Dall’accertamento delle forze di polizia venivano denunciate alla Procura della Repubblica un centinaio di persone per la realizzazione degli ormeggi abusivi,  sequestrate più di 100   barche da diporto e consistenti   tratti di mare laddove avveniva l’illecita attività di ormeggio, che avrebbe garantito ai trasgressori e nella fattispecie ai gestori degli ormeggi, lauti ritorni economici mediante fittizi accordi con i proprietari delle unità da diporto. Basti pensare che i gestori degli ormeggi chiedevano di o a 3.000 euro a posto barca a stagione.

“Gli ormeggiatori abusivi – dichiara il deputato dell’alleanza Verdi Sinistra Francesco Emilio Borrelli – sono delinquenti che come tutti gli abusivi si arricchiscono sulle spalle della collettività incassando soldi a palate. bene stanno facendo a contrastarli in modo netto e deciso e soprattutto a inizio stagione. Questi farabutti devono essere stroncati in modo netto”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments