NAPOLI – Ben 91 prescrizioni, 2 diffide, la sospensione di una linea di attività (pizzeria: attività di preparazione e somministrazione di alimenti senza glutine) e 3 sanzioni per un ammontare complessivo di 6.000 euro. Sono questi i numeri che emergono al termine di una serata di controlli posti in essere al Corso Secondigliano dal personale del Dipartimento di Prevenzione della ASL Napoli 1 Centro. L’operazione realizzata ieri (giovedì 29 settembre) rientra nell’attività di prevenzione e controllo posta in essere dall’ASL di Napoli con l’intento preciso di garantire la sicurezza alimentare di tutti i prodotti destinati al consumo del pubblico e il rispetto delle norme previste. Sotto la lente degli ispettori (12 medici e 17 tecnici della prevenzione) sono finiti esercizi alimentari e di ristorazione di Corso Secondigliano; in particolare: 6 pizzerie, 5 pasticcerie, 1 rosticceria, 1 pub, 1 bar e 2 paninoteche. Il rispetto delle norme sulla sicurezza alimentare è essenziale per garantire la salute pubblica – spiega il direttore generale Ciro Verdoliva – per questo continuiamo e continueremo a portare avanti una serrata attività di controllo e verifica. Ancora una volta voglio sottolineare l’importante lavoro di squadra che ci consente di essere sempre pronti a rispondere ai nostri compiti con professionalità e competenza».

Un’attività di controllo, quella dell’ASL Napoli 1 Centro, molto apprezzata da commercianti e ristoratori che rispettano le regole e che, proprio per questo, sostengono ogni azione che fa emergere una concorrenza sleale e che mina la credibilità di tutti.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments