NAPOLI – Da un’indagine di Legambiente risulta che sulle spiagge campane ogni 100 metri percorsi ci si imbatte in media in 812 rifiuti, cioè un frammento di immondizia ad ogni passo, ed è soprattutto la plastica (88%) ad invadere i litorali, ma non mancano cicche di sigarette, guanti e mascherine, metallo (3,3%), legno trattato (2,4%) e vetro/ ceramica (2,3%).

“Le nostre spiagge sono a rischio, questo è un dato di fatto. Le spiagge pubbliche su tutto il territorio campano diminuiscono ogni anno di numero e quello che sono ancora disponibili sono state trasformate in pattumiere e discariche.

https://www.facebook.com/watch/?t=0&v=899205340595966

E’ da anni che ci battiamo per uno stile di vita eco-friendly e per l’utilizzo di materiali biodegradabili e compostabili, la plastica è nemica dei nostri mari e della natura. Ma oltre alla plastica il nemico dei nostri territorio è l’inciviltà, ci sono tante persone che non rispettano niente e che non amano, evidentemente, la propria terra sversando e abbandonando rifiuti ovunque.

Fortunatamente questa inciviltà è combattuta dagli sforzi di tante persone, volontari ed associazioni che vogliono rende migliore il nostro territorio e che con olio di gomito, forza di volontà ed amore verso gli altri e l’ambiente ripuliscono le spiagge dalla plastica e dai tutti i rifiuti. Noi sosteremo sempre queste persone e le aiuteremo in ogni modo. L’inciviltà e l’invasione di rifiuti vanno sconfitte.”- sono state le parole del Consigliere Regionale dei Verdi-Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

https://www.facebook.com/watch/?t=7&v=897803420700864https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/2742634669393590/ https://www.facebook.com/watch/?t=7&v=2723812191278520

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments