ospedale-san-paolo

NAPOLI – Terzo caso di di positività al test della tubercolosi all’Ospedale San Paolo di Fuorigrotta.

Dopo la morte della dottoressa, in forza al nosocomio, per Tubercolosi addominale, altri due medici sono stati infettati ed è per questo motivo che il direttore dell’ASL Na1 Mario Forlenza ha voluto una commissione d’indagine interna che facesse piena luce sui fatti, nonostante sembrerebbe che fossero stati rispettati tutti i protocolli.

L’episodio, che ha allarmato l’opinione pubblica, coinvolge l’ospedale di via Terracina dove qualche mese fa si è verificato un altro caso di TBC.

“Dalle prime notizie che mi ha fornito il direttore sanitario dell’ospedale Vito Rago- spiega Francesco borrelli consigliere regionale e membro della commissione Sanità- la situazione sarebbe sotto controllo e senza rischi di contagio.

Quindi è bene tranquillizzare i cittadini perché non c’è emergenza.

La Commissione fa bene a fare chiarezza come è giusto ricordare la dottoressa scomparsa con il massimo rispetto. Si trattava infatti a detta di tutti di una gran lavoratrice, una persona molto corretta e benvoluta. La sanità campana perde purtroppo un valido elemento”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments