Un giorno allo Zoo per i bambini ucraini, in migliaia accolti a Napoli (VIDEO)

    0

    NAPOLI – Un migliaio di persone, principalmente mamme con i loro bambini, sono state ospitate allo Zoo di Napoli grazie a un’iniziativa di beneficenza.

    Promotori di “Un giorno allo Zoo con i bambini ucraini” alcuni imprenditori partenopei, capitanati da Maria Teresa Ferrari e Mario Morra.

    UN GIORNO ALLO ZOO PER I BAMBINI UCRAINI

    “Al nostro appello hanno risposto in tanti – spiega Ferrari -. Oltre a Radio MArte, per esempio, anche l’Unitalsi che ha mandato 15 volontari. Abbiamo organizzato i bus per portare qui mamme e bambini e un’intera giornata dedicata a loro. Questo è un modo tangibile di afre accoglienza e integrazione”.

    Il gruppo di imprenditori che ha promosso l’inizitiva era rappresentato da Ferrari e Morra.

    “Abbiamo adottato un piccolo nucleo familiare – dice Morra – e sono follemente innamorato delle nostre piccole ospiti.

    Per me è una giornata molto emozionante e spero che questa voglia di dare coinvolga un numero sempre crescente di persone che non in grado di accogliere”.

    L’APPELLO SOCIAL PER I BAMBINI UCRAINI

    L’appello alla mobilitazione è passato anche attraverso i social e tanti hanno aderito. Tra questi l’emittente Radio Marte che ha offerto l’animazione per tutti. Tra gli ospiti anche un bus proveniente dal Molise con mamme e bambini che hanno trascorso una giornata a Napoli. Sono ospiti della realtà curata da Padre Giuseppe Carmelo della parrocchia di Santa Lucia a Mare.
    “Ospitiamo una sessantina di persone nella nostra trutture in Molsie – sottolinea padre Giuseppe Acrmelo -. Trascorrono con noi momenti di serenità e tirtrovano la pace perduta. In molti si stanno anche rapidamente integrando”.
    Tante le storie che si intrecciano in questo momento di grande paura per ciò che accade in ucraina. Per fortuna non tutte negative, come rivela il volontario Flaviano Pellegrino: “Stiamo aspettando di far riabbracciare una mamma con il suo bambini, è arrivata oggi a Roma e stasera faremo festa”.

    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments