NAPOLI – “E’ una vergogna! Il poco verde pubblico che ancora sopravvive al Vomero, in questi due mesi di blocco è stato lasciato in stato di totale abbandono – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. A partire dalle alberature stradali che quest’anno non sono state neppure potate, con i platani, afflitti, ancora una volta, dall’infestazione della tingide e con rami che arrivano ai piani alti degli edifici, invadendone anche finestre e balconi. Nono solo ma anche molte aiuole si sono di fatto trasformate in ricettacoli di rifiuti di ogni genere. Senza considerare che le piante in esse poste avrebbero bisogno di essere innaffiate costantemente, specialmente con l’arrivo della bella stagione, mentre l’erba dovrebbe essere curata e rasata “.

“Molti si domandano dove siano finiti i dipendenti del servizio giardini, addetti alla manutenzione del verde comunale, nell’ambito della municipalità collinare, che comprende i territori dei quartieri del Vomero e dell’Arenella – sottolinea Capodanno -. Emblematico il caso di un’aiuola posta nella centralissima piazza degli Artisti, trasformatasi nei fatti in una sorta di minisavana, con le erbacce che sono cresciute fino a un’altezza di quasi un metro. Un’immagine di sporcizia e d’incuria che di certo non giova alla Città, anche per le possibili implicazioni di carattere igienico-sanitario “.

Capodanno sulla questione chiede, ancora una volta, l’immediato intervento dell’amministrazione comunale partenopea, finalizzata a una manutenzione costante e adeguata del verde pubblico urbano.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments