NAPOLI – Sette appuntamenti con artisti di caratura internazionale che interpretano e si confrontano con il repertorio della Canzone napoletana.

Questo il senso di “Il mondo fa tappa a Napoli”, la rassegna musicale che è una delle maggiori novità del cartellone della stagione in corso del Trianon Viviani curato da Marisa Laurito.

«La nostra musica – spiega l’iniziativa il direttore artistico del teatro pubblico di Forcella– ha influenzato e ispirato numerosi artisti e musicisti internazionali nel corso degli anni. Molti hanno reinterpretato e adattato le melodie e i testi delle canzoni napoletane ai proprî stili musicali, portando così la cultura e la musica della Campania a un pubblico ancora più vasto. Questa influenza e la sua diffusione hanno contribuito a preservare e valorizzare il nostro patrimonio musicale, garantendone la sopravvivenza e la sua evoluzione nel tempo».

Dopo l’inaugurazione del 23 febbraio, con il ritorno al Trianon Viviani di Noa, affiancata da Gil Dor e il Solis string quartet, in “NOApolis”, con l’ospite speciale Valentina Stella, la rassegna proseguirà il 16 marzo con Vinicio Capossela in ‘A Aussenzia. Pucundria e altre assenze. ln questo concerto, dedicato proprio al teatro della Canzone napoletana, il cantautore, polistrumentista e scrittore, tra gli artisti che hanno ricevuto il maggior numero di riconoscimenti da parte del club Tenco, proporrà la sua riflessione musicale su «saudade, duende, dalkas e altri demoni nelle musiche dell’assenza».

Il 19 aprile sarà la volta di Letizia Gambi, la vocalist e cantautrice che combina le proprie radici napoletane- italiane con il sound del jazz neroamericano. Negli Stati Uniti, il suo progetto di “cultural fusion” ha attirato l’attenzione di leggende della musica jazz e i suoi due album sono stati entrambi candidati ai Grammy awards. Ospite speciale del concerto Raiz. Ad accompagnarli sul palco un quartetto tutto femminile con Elisabetta Serio al pianoforte, Giovanna Famulari al violoncello, Elisabetta Saviano alla batteria e Federica Michisanti al contrabbasso.

Sempre ad aprile, il 27, Pietra Montecorvino presenterà il suo recital “Napoli”, nel quale, con la sua calda voce vesuviana, si confronterà con i grandi classici della Canzone partenopea, accompagnata da Erasmo Petringa, Daniele Brenca, Valerio Virzo e Salvatore Rainone. Ospite speciale della serata Tonino Carotone, il popolare cantante spagnolo che si è ispirato per il proprio nome a Renato Carosone.

La rassegna proseguirà e si concluderà nel mese di maggio con tre appuntamenti.

Con “Anima latina”, Mariangela D’Abbraccio, già intensa interprete di Filumena Marturano, ci condurrà in un viaggio da Napoli a Buenos Aires, tra frammenti letterarî e di teatro, poesie, pensieri e canzoni che hanno in comune l’anima e la poetica della grande cultura popolare. La accompagnerà al pianoforte Massimiliano Gagliardi. Regia di Francesco Tavassi (3 maggio).

L’incontro tra l’artista portoghese Teresa Salgueiro e il Solis string quartet darà vita a “Canti naviganti”, un confronto tra Lisbona e Napoli, due luoghi caratterizzati entrambi da una grande cultura canora dagli aspetti anche comuni. Il repertorio proposto ripercorrerà le varie epoche dell’epopea della canzone delle due città, tra canti popolari e melodie immortali dal Cinquecento fino al Novecento. Alle percussioni Rui Lobato (10 maggio).

Chiuderà la rassegna Toquinho. In questo suo recital il grande cantante-chitarrista ospiterà il cantautore Enzo Gragnaniello – per un incontro tra il Sud del primo – paulista, di origini molisane e calabresi – e quello del secondo – partenopeo –: un dialogo tra due mondi, geograficamente assai lontani ma poeticamente vicini, in cui «la musica non ha frontiere né limiti, perché arriva dritto all’anima» (18 maggio).

Tutti i concerti della rassegna Il mondo fa tappa a Napoli si terranno alle 21.

I biglietti sono acquistabili presso il botteghino del teatro, le prevendite autorizzate e online sul circuito AzzurroService.net. Il botteghino del teatro è aperto dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 13:30 e dalle 16 alle 19; la domenica, dalle 10 alle 13:30. Telefono 081 0128663, email boxoffice@teatrotrianon.org.

Il Trianon Viviani si avvale del sostegno del ministero della Cultura, la Regione Campania (fondi ordinarî e Poc 2014-2020) e la Città metropolitana di Napoli, con il patrocinio di Rai Campania.

LEGGI ANCHE
https://videoinformazioni.com/

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments