Da Mozart a Vivaldi, da De Feo a Respighi l’Autunno Musicale 2018 dell’Associazione Musica Libera

0
21
Gennaro Pupillo

NAPOLI – “Autunno Musicale”, la stagione concertistica 2018 dell’Associazione Musica Libera al Centro di cultura Domus Ars con l’organizzazione de Il Canto di Virgilio e la direzione artistica del maestro Lucio De Feo è giunta a conclusione. Il quarto e ultimo appuntamento in programma è previsto per il 14 dicembre alle ore 18 alla Domus Ars (via Santa Chiara 10) con L’Ensemble Novissimo, al piano Riccardo Natale e direttore d’orchestra Gennaro Maria Pupillo.

“Siamo arrivati all’ultimo appuntamento della nostra stagione autunnale con un concerto carico d’energia. Ospitiamo, nuovamente, l’Ensemble Novissimo, formato da giovani e giovanissimi musicisti provenienti dal Conservatorio S. Pietro a Majella come del resto anche il direttore d’orchestra Gennaro Maria Pupillo. La linea d’accoglienza della nostra associazione si è dimostrata negli anni quella giusta. Contiamo infatti di mantenerla e incrementare ulteriormente i rapporti con i musicisti presenti sul territorio. In questo concerto al brano per pianoforte e orchestra di Mozart faranno seguito Vivaldi, Respighi ed un mio breve pezzo non alla prima esecuzione”, commenta il maestro Lucio De Feo, direttore artistico della rassegna.

Programma della serata: Mozart – Concerto per pianoforte n.14 in Mi bemolle maggiore, K. 449- Allegro vivace- Andantino- Allegro ma non troppo; Vivaldi – Concerto per archi in Sol minore Rv157- Allegro – Largo – Allegro; De Feo – Piccole Fughe in Avanti; Respighi – Antiche Danze ed Arie per Liuto – Suite III- Italiana- Arie di corte- Siciliana- Passacaglia

Via S. Chiara 10c – Napoli, presso la sede del Centro culturale Domus Ars

Prezzo del biglietto 12€. Sono attive tutte le convenzioni associative

Per info: +39 329 836 6678 info@associazionemusicalibera.com

L’Ensemble Novissimo nasce a Napoli nel mese di novembre 2017 dall’ incontro di giovani musicisti provenienti dall’area culturale del Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli, da un’idea di Giancarlo Cascino, che ne diviene coordinatore. Il principale obiettivo del gruppo è divulgare il repertorio della musica cosiddetta “colta” a una platea più vasta e “pop”, rifiutando la logica della musica “classica” come semplice strumento d’intrattenimento per pochi. Inoltre l’indole del gruppo è proiettata anche alla diffusione della musica contemporanea (Avanguardistica, sperimentale o neoclassica che sia), spesso insabbiata dalle logiche del mercato discografico.

Riccardo Natale intraprende lo studio del pianoforte all’ età di 4 anni sotto la guida di Filomena Santacroce. Prosegue i suoi studi con Francesca Masiello e Marino Mercurio con il quale si diploma nel 2012 presso il Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento con lode e menzione speciale. Sin da giovanissimo si è affermato in concorsi nazionali e internazionali. Recentemente è risultato finalista al concorso internazionale “Arcangelo Speranza” di Taranto. Ha frequentato le masterclass tenute da Marino Mercurio, Boris Petrushansky, Antonio Pompa-Baldi, Roberto Plano, Filippo Gamba, Ferenc Rados, Aleksandar Madzar, Benedetto Lupo, Enrico Pace, Alessandro Deljavan, Giuseppe Andaloro e da Lilya Zilberstein presso l’Accademia Chigiana di Siena. Come vincitore del Progetto IMC, nel 2013 debutta come solista con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese presso il Teatro Ridotto dell’Aquila eseguendo il concerto per pianoforte e orchestra n. 3 di Beethoven. Si dedica anche alla musica da camera e si esibisce sia come solista che in formazioni cameristiche in tutta Italia. Si è esibito per il “Maggio dei Monumenti” di Napoli, a Roma presso l’università ” La Sapienza”, a Milano presso lo showroom Fazioli, al Politecnico di Torino per “Polincontri classica”, a Portogruaro per il Festival internazionale di musica, per il Monferrato Classic Festival, a Spoleto per musica in casa Menotti, ad Alassio per l’Associazione Pantheon ecc. Nel 2015 si è inoltre esibito presso il teatro Sanzio di Urbino accompagnato dall’ orchestra ” I cameristi del Montefeltro” ed eseguendo il concerto per pianoforte e orchestra K. 467 di Mozart. Ha frequentato i corsi di Direzione d’ Orchestra e di Composizione presso il Conservatorio “San Pietro a Majella di Napoli” e il corso di alto perfezionamento pianistico presso l’Accademia musicale Varesina sotto la guida del M° Roberto Plano. Nel 2017 ha ottenuto una borsa di studio dall’ Associazione “De Sono” di Torino e ha terminato il Master in music performance presso la Hochschule für Musik di Basilea sotto la guida del M° Filippo Gamba. Ha studiato sotto la guida del M° Enrico Pace presso l’Accademia di musica di Pinerolo. Attualmente frequenta il corso di Pianoforte tenuto dal M° Benedetto Lupo presso l’ Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Gennaro Maria Pupillo Studia contrabbasso con Ermanno Calzolari presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli dove consegue il diploma e la laurea di II livello, svolge una intensa attività di musicista collaborando con numerose Orchestre e Teatri (tra cui il Teatro Petruzzelli di Bari e il Teatro Rendano di Cosenza, l’Orchestra Nazionale dei Conservatori d’Italia) ed esibendosi in numerosi festival e rassegne musicali. Consegue la laurea di II livello in Direzione d’Orchestra con Francesco Vizioli a Napoli e si perfeziona con George Pehlivanian all’Accademia Katarina Gurska di Madrid, segue da uditore il corso sul Falstaff di Verdi tenuto da Riccardo Muti all’Italian Opera Academy di Ravenna. Per la tesi di laurea ha diretto l’orchestra del Conservatorio San Pietro a Majella nell’esecuzione dell’Aida di Scafati di Matteo Fischetti nella palestra grande degli scavi di Pompei; ha diretto vari Ensemble in concerti e rassegne in Campania e Puglia.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami