CASTELLAMMARE DI STABIA – Serata di premiazioni alla seconda edizione dell’International Sport Film Festival al Multisala Stabia Hall di Castellammare di Stabia. L’evento organizzato da Pragma con la direzione artistica di Nicola D’Auria e Ciro Sorrentino, e realizzato con il contributo della Regione Campania e della Film Commission Regione Campania, ha riconosciuto il Golden Runner a “Il settimo giocatore” di Vito Cea e Sergio Palomba a tema pallavolo, per aver rappresentato al meglio i valori del festival.

Miglior serie è risultata “Scugnizzi per sempre” sull’impresa della Juvecaserta di basket diretta da Gianni Costantino che ha ritirato il premio insieme ai campioni Nando Gentile e Sergio Donadoni, e il presidente Gianfranco Maggiò, a cui è stato assegnato anche l’International Campania Award, per aver valorizzato il territorio campano in Italia e nel mondo. Nella serata condotta da Gaia De Nicola è stato premiato “A Tennis Friend” di Brian Herrera Gladstone come Miglior film, miglior regia quella di Tarvo Molder per “Kurvilise tee legendid”, “Aiguille du Midi Operation: Electric Avenue” di Georgi Kerezov e Stoil Dimitrov a tema alpinismo è il miglior documentario, mentre “Levitate” di Tim Sessler e Ben Franke sul parkour è miglior prodotto web. La miglior fotografia è quella di Jesse McCracken per “Valevictorious” di Jerome Riel sulla boxe, Mattia Peren è miglior attore per “999 – L’altra anima del calcio”, “Fili” di Peter Filimaua sul football americano è la miglior opera young, realizzata prevalentemente da un cast under 30.

«La seconda edizione dell’International Sport Film Festival ci ha dato tante soddisfazioni e tanti spunti interessanti per il futuro. La parte più bella è sicuramente l’incontro con i ragazzi, 1500 provenienti dalle scuole del territorio, che hanno visto al cinema le opere selezionate per loro incontrando i campioni dello sport. Vedere la loro gioia, il loro entusiasmo e la loro curiosità nelle domande ai campioni ci fa capire che è la strada giusta e che il festival sta facendo il suo lavoro. Ringrazio tutti i campioni intervenuti con una serata finale davvero speciale con Nando Gentile, Sergio Donadoni e il presidente Gianfranco Maggiò in sala, delle leggende al servizio dello sport. Appuntamento per il prossimo anno, siamo già a lavoro», dichiarano D’Auria e Sorrentino.

Copioso il parterre degli sportivi coinvolti quest’anno: da Salvatore Maresca, campione internazionale di ginnastica artistica, a Vincenzo Santillo, ultra-maratoneta, passando a Francesco Esposito, 9 volte campione del mondo nel canottaggio, fino a Pino Porzio, pallanuotista plurimedagliato alle Olimpiadi, Angela Procida, campionessa mondiale nei 200 stile libero nuoto paraolimpico, Gaia Farriciello, 10 anni ma già pluricampionessa mondiale di ballo latino-americano, Gianni Sasso, paratriatleta, allenatore di calcio, world record marathon, olimpionico Rio 2016 e marathon trainer motivator, una delegazione della squadra di calcio della Juve Stabia, e via videomessaggio anche i campioni della GeVi Napoli Basket e della Givova Scafati Basket.

Questa edizione è stata arricchita anche dell’International Sport Book Festival, con presentazioni di biografie e romanzi alla presenza degli di autori e dei campioni protagonisti ossia “FurOri Azzurri” di Christophe Mourey, “Palombella Gloriosa” di Pino Porzio, “Campioni per sempre” di Gianfranco Coppola. Chiude il festival l’incontro di cinema con i direttori artistici insieme ai registi Gianluca De Martino – che vinse lo scorso anno con “Due con” – e Gianni Costantino.

L’International Sport Film Festiva gode del patrocinio di Rai Campania. Media partner Radio Sportiva, SìComunicazione, Metropolis, Giornale Weekend.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments