NAPOLI – Il regista partenopeo del pluripremiato “Fino ad essere felici” terrà anche una masterclass su sceneggiatura e recitazione, il prossimo 30 novembre 2022.

Dopo aver diretto il film “Fino ad essere felici” (2021) protagonisti Francesco Di Leva, Miriam Candurro e Gianfranco Gallo, il regista napoletano Paolo Cipolletta firma il suo romanzo d’esordio, “Sulle tue ossa” edizioni Mea. La nuova sede della Scuola di cinema di Napoli diretta da Roberta Inarta, (via Marina, 20 Napoli) ospita, mercoledì 30 novembre alle ore 16, la presentazione del libro e la masterclass del regista dal titolo, “Dal romanzo al film: la sceneggiatura, la regia e la recitazione sul set”.

Il programma della giornata prevede alle ore 16 la presentazione del romanzo. Intervengono insieme all’autore: Ivan Castiglione, attore; Geltrude Vollaro, Edizioni Mea.

A seguire, la masterclass si concentra prima sul tema della sceneggiatura di un film, come nasce e quali sono le differenze con la scrittura di un romanzo. Poi, ci sarà la visione del cortometraggio “Uocchie c’ arraggiunate” (7 minuti) di Paolo Cipolletta, interessante esperimento cinematografico che muove i passi da un calembour, figura retorica letteraria che trasportata al cinema induce gli attori a confrontarsi con il tema dell’ambiguità delle immagini. Infine, i partecipanti saranno impegnati nella recitazione di alcuni monologhi e dialoghi tratti dal film “Fino ad essere felici” e da script di film italiani conosciuti. Prenotazione masterclass e Info per partecipare: www.scuoladicinema.tv tel. 081 5511242

 “Sto già lavorando alla trasposizione cinematografica di questo mio romanzo. Sto terminando la stesura della sceneggiatura che ha già incontrato l’interesse di produzioni nazionali e di una distribuzione americana. Conto di avviare le riprese nel 2023”, ha dichiarato il regista – “Con la scrittura di Fino ad essere felici, che poi è divenuto mio primo lungometraggio interpretato da Francesco Di leva, Gianfranco Gallo e Miriam Candurro, mi sono concentrato su storie di vita in cerca della felicità di là da venire. Questa volta con Sulle tue ossa, invece, ho voluto indagare più da vicino il passato ed i luoghi dei ricordi interiori ovvero quella memoria del corpo che mi permettesse di scrivere un racconto somatico. Sono partito da una notizia di cronaca che lessi due anni fa per indagare ogni frammento di memoria corporea capace di travalicare la morte fino a condizionare il futuro dei vivi. Mi sono chiesto dove albergassero i ricordi che non hanno voce, i cosiddetti “traumi muti” inscritti nel corpo che diviene l’unico mezzo attraverso cui narrare il lato oscuro delle relazioni coniugali, filiali e d’amicizia”.

Il thriller psicologico racconta della vita serena di Massimo, brillante musicista, e della moglie Paola, cardiologa affermata, che viene presto sconvolta da una notizia infausta che stravolgerà in poco tempo la loro quotidianità. Il ciclo della vita e della morte, della luce e del buio, della speranza e del dolore si intrecciano deformandosi.

La felicità dell’attesa di due gemelle si trasforma in sfida, paura, coraggio: un caso raro la gravidanza di Paola, che si prende gioco delle probabilità, delle statistiche e delle conoscenze mediche. Tocca a lui rimettere al giusto posto i pezzi, incastrare i rapporti, ridefinire i confini, modulare le parole. Ma la sua è anche una lotta contro il tempo, contro l’orgoglio ferito di un uomo che cerca di uscire dal labirinto di cui è prigioniero. Massimo, infatti, dopo una clamorosa e terrificante scoperta, non è più capace di distinguere la realtà dall’illusione. Tutto sa di apparenza che nasconde l’inganno primordiale.

 

Biografia

Paolo Cipolletta (Napoli, 1978) è regista, sceneggiatore, formatore esperto di comunicazione, giornalista pubblicista.

Tre Mesi è il suo primo soggetto cinematografico pubblicato dalla Iuppiter Edizioni nell’antologia “Rosso Perfetto Nero Perfetto”.

È autore delle sceneggiature de La Gatta Mammona, dello short film Uocchie c’arragiunate e di quella del lungometraggio Fino ad essere felici.

È coautore della sceneggiatura dal titolo Intermittenze.

Da regista ha diretto il cortometraggio La Gatta Mammonapremiato in diverse rassegne cinematografiche negli Stati Uniti e Messico e ottenendo la menzione speciale al Napoli Film Festival e con lo short film Uocchie c’arragiunate firma la sua seconda regia cinematografica ricevendo tra i numerosi premi quello di Best Drama allo Screen Power Film Festival di Londra.

Con il film Fino ad essere felici dirige il suo primo lungometraggio, distribuito al cinema a Novembre 2021, protagonisti Francesco Di LevaMiriam Candurro Gianfranco Gallo (attualmente visibile su tutte le piattaforme digitali).

Il film ha raccolto molti riconoscimenti ad oggi:

Selezione Ufficiale al Riff Di Roma (Rome Indipendent Film Festival) e premiato con la Menzione Speciale;

Selezione Ufficiale al Festival Internazionale Capri Hollywood;

Selezione Ufficiale al Social World Film Festival di Vico Equense;

Selezione Ufficiale all’Out Shine Film Festival di Miami, il più importante Festival Lgbtq della Florida;

Selezionato tra le migliori dieci Opere Prime Nazionali al Festival delle Opere Prime di Roma.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments