NAPOLI – Giovedì 23 settembre alle ore 19,30 al Teatro Diana (via Luca Giordano, 64) la pianista Caterina Barontini si esibisce per “Solopiano”, rassegna in programma per la stagione concertistica 2021 del Maggio della Musica, con un recital dedicato a una selezione di brani dalle raccolte “Romanze senza parole” di Felix Mendelssohn-Bartholdy e “Pezzi lirici” di Edvard Grieg. «Mendelssohn e Grieg sono capaci di esprimere la profondità delle vibrazioni romantiche esaltando il respiro poetico del pianoforte», afferma Barontini, classe 1994, vincitrice di diversi premi e impegnata da anni sia nella carriera solista che in duo con il padre, Ilio Barontini. «Le Romanze senza parole di Mendelssohn – continua – sono quarantotto brevi brani scritti tra il 1829 e il 1845 che restituiscono con immediatezza il suo stile musicale: è un’arte raffinatissima, che non ha una presa immediata sull’ascoltatore, ma lo cattura a poco a poco. “Trovo che questa musica”, spiegò il compositore a un amico, “sia così ricca di dettagli, di sfumature, di emozioni che non esiste testo capace di accompagnarla”. Anche i Pezzi lirici di Grieg sono simili a pagine di diario. Questi sessantasei brani, pubblicati dal 1867 al 1901, vanno dal quadretto elegiaco alle danze, a feste popolari. Il protagonista è il canto nordico, che dà luogo a una ricerca armonica e ritmica che prelude al Novecento e che ricrea una natura silenziosa con un lirismo fresco e sognante».

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments