NAPOLI – La ricerca dei testi, lo studio dei suoni, la meticolosità degli arrangiamenti, un mix di arte ed esperienza caratterizza l’album “Cantando” dei Comoverão, il duo composto dalla vocalist Simona Boo e dal musicista Diego Imparato. A partire dalla musica brasiliana, selezionando testi storici tra i più e meno conosciuti, i Comoverão ci portano in un viaggio in pieno stile world music, dove tradizioni e musicalità si fondono per arrivare a un sound melodico capace di sprigionare una molteplicità di sentimenti e sensazioni. Da “Mambembe”, uno dei brani di apertura dell’album scritto dall’attivista politico Chico Buarque de Hollanda, che ci richiama alla magia dei musicisti di strada, capaci di donare se stessi alla musica e farsi attraversa dalle note per forgiare una personalità fatta di suono e messaggio, fino a “Correnteza”, brano di A.C. Jobin, metafora della fatica della vita tra fango e Sole, difficoltà e amore, “Cantando” è un viaggio in musica tra i sentimenti.

“Questo secondo album insieme a Diego nasce dall’inesauribile passione che mi lega alla musica brasiliana” spiega Simona Boo. “Ormai da più di dieci anni porto avanti questo progetto nato come sogno nel cassetto di un’adolescente che canticchiava le canzoni nella stanzetta. Un genere che in buon parte descrive tutt’oggi il mio gusto musicale. La delicatezza delle melodie, la semplicità delle voci di grandi interpreti a cui mi ispiro, il sapore popolare che in Brasile ha una sua conclamata definizione MPB (musica popolare brasiliana) che lega i ritmi africani a quelli europei con temi spesso legati alla spiritualità, al legame con gli elementi naturali e alle divinità del Candomblé, la religione brasiliana della diaspora africana” racconta Simona.

“Comoverão nasce da un incontro fortuito, o forse no, con Simona durante dei LABORATORI MUSICALI” racconta Diego Imparato che ha curato la parte musicale e gli arrangiamenti. “Io ero già appassionato di musica brasiliana per quel suo legame con il jazz che tanto amo per le armonie e melodie elaborate ma allo stesso tempo delicate e cantabili. Sono dieci anni che portiamo avanti questo sogno, contemporaneamente alle produzioni per noi è importante il live ed il contatto con il pubblico” spiega il producer.

Ad impreziosire il lavoro dei Comoverão, anche una cover di Pino Daniele, una versione di “Lazzari Felici”, dove la dolcezza ci prende per mano in una tappa tutta napoletana del viaggio onirico dell’album. La world music è anche questo, la capacità di far dialogare suoni e versi di diversi continenti dandone un amalgama omogeneo e potente. Non solo un tributo a Pino dunque, ma un tassello necessario che unisce Napoli e il Brasile. “Avendo suonato con tutti i suoi più stretti collaboratori pensavo di arrivarci prima o poi a Pino Daniele” racconta Diego Imparato. “Il brano l’ho lasciato abbastanza fedele se non fosse che la chitarra è sostituita dal basso suonato in stile Comoverão e che ho aggiunto un ulteriore linea di contrabbasso formando una sorta di orchestrazione ma lasciando integro il meraviglioso lavoro che fece Rino Zurzolo” spiega Imparato.

Dietro al disco dei due artisti napoletani c’è un lungo lavoro di ricerca, non solo musicale ma anche sui testi. I due hanno setacciato la discografia classica brasiliana per scegliere gli autori di riferimento. Elis Regina, Rosa Passos e Gal Costa fino alle recenti Vanessa De Mata, Roberta Sà, Vanessa Moreno, e ancora Jobim e João Bosco, sono alcuni degli autori e musicisti scelti dai Comoverão per definire i brani di “Cantando”.

L’amore è il protagonista indiscusso del disco, il sentimento che traccia le linee, che indica le priorità. Lo si vede in “Canto da Dor” brano inedito presente nel disco, scritto da Simona Boo durante un suo soggiorno in Brasile nel 2017. “È un brano nel quale ho riversato tutto il dolore di una storia d’amore finita malissimo. Il desiderio di non tornare più, di dimenticare, provare a guarire o morire. Un dolore che avevo necessità di buttare fuori ma di cui avevo così vergogna, come uno stato di incapacità mentale, che ho chiesto al pubblico porfavor não escute, per favore non ascoltatemi” ricorda Simona Boo.

Hanno preso parte alla realizzazione del disco “Cantando” molti musicisti; Daniele Sepe, Mario Nappi, Gianluca Brugnano, Luca Mignano, Francesco Varchetta, Antonio Esposito. Il disco uscirà su tutte le piattaforme digitali con l’etichetta Orange Bug di Salvio Imparato. I Comoverão sono pronti per portare in giro “Cantando” live, davanti al pubblico, da questa primavera.

L’Ufficio Stampa

Simona Boo è una cantante partenopea dalle origini nigeriane. Si diploma al II livello di Canto Jazz presso il Conservatorio di Napoli San Pietro a Majella. Dopo aver completato gli studi universitari in Scienze dello Spettacolo si dedica totalmente alla musica con il Maestro di canto moderno Carlo Lomanto e poi in conservatorio. Fonda insieme a un gruppo di amici il Cultural Boo Team con cui pubblica un album di inediti, “FUJE”, e vince il premio della critica Bianca D’Aponte dedicato a Fausto Mesolella. Appassionata di bossa nova, fonda nel 2011 il duo Comoverão con Diego Imparato. Nel 2015 entra come vocalist nei 99POSSE durante il Tour Curre Curre guagliò 2.0; dal 2017 al 2019 canta nel Don Giovanni dell’orchestra di Piazza Vittorio; nel 2021 è nel cast dello spettacolo Passione _ The Next Generation firmato da Federico Vacalebre con la direzione orchestrale di Ernesto Nobili andato in mondovisione in occasione di Capodanno 2022.

Diego Imparato, bassista contrabbassista, è nato a Napoli. Vincitore del concorso internazionale per bassisti, EUROBASSDAY edizione 2006, è tra i pochi italiani ad esibirsi nel dicembre 2005 al BlueNote di New York. Ha pubblicato il disco da solista “70’s Soundtacks” per la WideSound. Ha collaborato con il chitarrista Antonio Onorato registrando sei dischi e suonando in tantissimi festival internazionali. Nel 2003 prende parte al lungo tour di Eugenio Bennato “Taranta Power” in Italia e all’estero. Dal 2011 collabora con il sassofonista Marco Zurzolo con il quale registra due dischi; nel 2019/2020 è il bassista dello storico gruppo Audio2. Dal 2013 parte un sodalizio artistico con la cantante Simona Boo (99 Posse).

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments