L1090121

NAPOLI – Per il Maggio dei Monumenti un evento che coniuga arte e cultura. Il Renaissance Naples Hotel Mediterraneo interpreta i corsi e riscorsi storici di Giambattista Vico (a cui è dedicato il Maggio in città per i 350 anni dalla sua nascita), con un’installazione “polifonica” dell’artista napoletano Lello Esposito curata dall’intellettuale francese Jean-Noël Schifano.

Creazioni in bronzo esprimono lettere e cifre, simboli e fatti per un percorso tra i secoli e la storia
di Napoli che sarà visitabile ad ingresso libero dall’11 maggio (serata che rientra nel circuito di appuntamenti di Wine & The City) all’11 giugno. Partner dell’evento la Fondazione Giambattista Vico, che interverrà allinaugurazione con il musicista Marco Traverso.

All’inaugurazione saranno presenti l’assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli Nino Daniele, il Console Generale di Francia a Napoli Jean-Paule Seytre, Jean-Noël Schifano e Lello Esposito. A dare il benvenuto ci sarà la proprietà dell’hotel con Salvatore e Teresa Naldi e il resident manager Pasquale Noli.

Scrive Jean-Noël Schifano nel suo testo esplicativo della mostra:
“Solo un artista napoletano, dalla linfa creatrice napoletana – più si è napoletani, più si è universali – poteva tentare di rappresentare, con i segni più profondi e durevoli di Napoli, il turbinio incessante della storia umana che, nell’ammirazione costante degli storici e dei loso , ci ha intellettualmente rappresentato Giambattista Vico nella Scienza Nuova, libro scritto e pubblicato sotto il governo più ammirevole che abbia conosciuto Napoli no ai nostri giorni, quello di Carlo III. Una scommessa per
un artista, i corsi e i ricorsi da fare vedere, da fare toccare in una mostra unica, in una installazione polifonica, con un solo colpo d’occhio… Lello Esposito poteva misurarsi a Giambattista Vico, lo sapevo seguendo da più di trent’anni il suo creare – con la creta, con il bronzo, con i colori sulle tele – l’anima carnale di Napoli”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments