NAPOLI – Wunderkammer festeggia la sua decima edizione di teatro e musica itinerante nei luoghi più suggestivi della città. Dopo nove edizioni possiamo affermare che la missione dell’associazione di sviluppare percorsi artistici che avvicinino cittadini e turisti alla cultura e alla storia del territorio attraverso l’organizzazione di spettacoli in luoghi di elevato pregio artistico e storico o di particolare bellezza paesaggistica, sia pienamente riuscita.

Alle location che negli anni sono state palcoscenico degli eventi di Wunderkammer – tra cui il Museo Cappella Sansevero, le Catacombe di San Gennaro, il chiostro di Santa Caterina a Formiello, il complesso museale di Santa Maria La Nova, il cimitero delle Fontanelle, il complesso di Donnaregina Vecchia, la chiesa di Sant’Aniello a Caponapoli, l’Acquedotto Augusteo del Serino, il Cortile Monumentale della Certosa di San Martino, il Real Orto Botanico, il giardino del monastero seicentesco di San Nicola da Tolentino, il grande parco urbano a Posillipo di Hidden Garden, la sala Vasari del complesso di Sant’Anna dei Lombardi, la sala Sisto V del complesso di San Lorenzo Maggiore e il teatrino di Palazzo Donn’Anna della Fondazione De Felice dove Andrea Renzi ha portato in scena “La neve del Vesuvio” di Raffaele La Capria, nel luogo dove sono ambientati molti dei capolavori dello scrittore recentemente scomparso.

Proprio dopo il successo dell’appuntamento dello scorso aprile in tanti ci hanno chiesto di poter rivivere l’emozione di quello spazio straordinario ricco di storia e di suggestioni: per questo abbiamo chiesto alla Fondazione De Felice di poter svolgere la nostra inaugurazione il prossimo 28 ottobre proprio nel teatrino di Palazzo Donn’Anna. Ma molti saranno i luoghi messi a disposizione, con un prezioso lavoro di collaborazione, da parte del Comune di Napoli: dalla sala delle Colonne del Complesso dell’Annunziata alla sala del Capitolo del Complesso di san Domenico Maggiore, dalla sala delle Carceri del Castel dell’Ovo alla chiesa di San Severo al Pendino.

Accanto a questa altre partnership si sono costruite o consolidate: torneremo infatti, in un appuntamento ormai “d’obbligo”, nelle due sedi della Fondazione Pietà dei Turchini di san Rocco a Chiaia e di Santa Caterina da Siena: e proprio qui ci sarà, il 4 novembre, l’inaugurazione della stagione musicale. Si è consolidato il rapporto di collaborazione anche con il complesso dei Vincenziani ai Vergini che ci vedrà ospiti, questa volta, nella cripta dove sono visibili le murature medievali del convento dei Crociferi, con l’associazione UnderNeaTh e la Cappella dei Musici dell’Ecce Homo, con la Galleria d’arte Andrea Nuovo Home Gallery.

Da segnalare tra le nuove sinergie quelle con la Fondazione Santobono Pausillipon che metterà a disposizione la nuova scintillante sede nell’ex ospedale Ravaschieri e con l’istituto Pontano che proprio quest’anno celebra i suoi primi cento anni e che ci ospiterà nel Salone degli Specchi. In ultimo, ma non per ultimo, lì dove iniziamo questa stagione lì la completeremo: il concerto finale sarà ospitato proprio da Gallerie d’Italia in un cerchio ideale che abbiamo inteso chiudere: nella vecchia sede di palazzo Zevallos, infatti, si tenne l’ultimo concerto dal vivo prima del lockdown il 28 febbraio 2020 con il trio di Francesco D’Errico. Quel concerto fu registrato e ne fu inciso un CD che ha ottenuto un eccellente riscontro di critica. Torniamo quindi con la stessa formazione a chiudere la stagione del decennale come gesto che suggelli la fine di questo periodo drammatico.

COLLABORAZIONI E PATROCINI

Con orgoglio l’associazione Wunderkammer vanta la collaborazione con primarie istituzioni come l’Università degli Studi di Napoli Federico II, l’Università degli Studi di Napoli Parthenope. Le rassegne sono inoltre confortate dal riconoscimento dei patrocini del Comune di Napoli e di Città Metropolitana, nonché dei più importanti enti nel campo della salvaguardia del patrimonio artistico e architettonico (il FAI – Fondo Ambiente Italiano, l’Accademia di Belle Arti di Napoli e l’Ordine degli Architetti di Napoli e Provincia) come riconoscimento per l’opera di diffusione della conoscenza del patrimonio artistico, architettonico, paesaggistico e ambientale della città attraverso la valorizzazione di siti meno noti al grande pubblico.

PROGETTO GIOVANI

Particolare attenzione viene rivolta ai giovani: al fine di incentivare la loro partecipazione e di incrementare il contributo di utilità sociale che l’associazione si propone, è prevista una quota pari al 10% dei posti disponibili totalmente gratuita riservata ai minori di 28 anni per tutti gli spettacoli della rassegna.

WUNDERKAMMER PER IL SOCIALE
Progetto Refugees Welcome Italia

Abbiamo conosciuto la validissima opera dell’associazione Refugees Welcome Italia, grazie a una nostra socia attivista della sede di Napoli. Abbiamo così stabilito di dare innanzitutto l’opportunità di assistere agli spettacoli ai ragazzi e alle ragazze che afferiscono a Refugees e che mostrano interesse per il teatro e per la musica. In secondo luogo abbiamo deciso di offrire ad alcuni di loro un’opportunità di lavoro come assistente di sala, cosa perfettamente in linea con l’opera di sostegno al processo di indipendenza una volta arrivati nel paese accogliente, che è alla base di Refugees Welcome.

Progetto Onlus Tesfà

Fin dalla sua fondazione l’associazione Wunderkammer sostiene il progetto della Onlus Tesfà pro Hewo che si occupa dello sviluppo autonomo delle Comunità in Eritrea ed Etiopia in Africa per realizzare concreti progetti di solidarietà destinati prevalentemente a bambini e adolescenti, onde sostenerli nella promozione della loro dignità umana, nel rispetto delle tradizioni culturali, religiose e morali di ciascuna persona e di ogni comunità attraverso la costruzione di scuole, centri per l’infanzia e per la maternità. A tal fine l’associazione ha negli anni organizzati numerosi eventi il cui intero ricavato, senza decurtazione alcuna, è stato destinato al progetto della costruzione del Centro per i Diritti dell’Infanzia di Quihà nel Tigray etiope. Infine ricordiamo che Wunderkammer testimonia ormai da anni la propria attenzione per l’ambiente adottando una politica plastic free nell’organizzazione di tutti gli eventi in programma.

SOSTIENI LA CULTURA, ADOTTA WUNDERKAMMER

Wunderkammer non percepisce fondi pubblici e può svolgere le sue stagioni grazie al sostegno fondamentale del pubblico che in questi anni ha partecipato in maniera entusiastica ai nostri spettacoli e degli enti e imprenditori illuminati che si riconoscono nella cultura e nel mondo dello spettacolo di qualità, tanto da supportare economicamente la realizzazione degli spettacoli della stagione. La stagione 2022/2023 si svolgerà quindi anche grazie al sostegno dei nostri mecenati che hanno supportato già le scorse stagioni come lo studio di avvocati Cinque & soci di Milano, la Banca di Credito Popolare, Spinosa Costruzioni Generali S.p.A. e Parallelo41 Produzioni nonché delle due realtà che ormai sono parte del progetto Wunderkammer: BabelAdv e Jonglez Edizioni. A queste si aggiungono quest’anno InLight Beauty, azienda di cosmetici organici, vegetali e biologici certificati, e lo studio Gnosis Progetti leader nel campo della progettazione. Partner della stagione saranno delle aziende che da sempre sono al nostro fianco come l’Hotel Rex che accoglierà gli artisti in cartellone che vengono da fuori città, Gay Odin, le cantine vinicole Mustilli che da sempre sono il nostro supporter principale, Salvatore Martusciello, Mila Vuolo, Casebianche, Vigne di Malies alle quali si aggiungeranno sicuramente in corso d’opera altre realtà.

CALENDARIO DELLA STAGIONE
28 ottobre
inaugurazione stagione teatrale
Teatrino di Palazzo Donn’Anna
L’importanza di chiamarsi Ernesto di Oscar Wilde
Con la Compagnia del Demiurgo
Regia di Carlo Sciaccaluga

4 novembre
inaugurazione stagione musicale
Chiesa di Santa Caterina da Siena
Giulio Martino Quartet/New York stories
Giulio Martino sax, Michele Di Martino pianoforte, Gianluigi Goglia basso,
Leonardo De Lorenzo batteria, Diego Nuzzo voce recitante

18 novembre
Mamma. Piccole tragedie minimali
di Annibale Ruccello
diretto e interpretato da Antonella Morea

25 novembre
La femme acéphale da Jacques Prévert
con Cinzia Annunziata
drammaturgia e regia di Libero de Martino

9 dicembre
Xnoise trio
Luca Aquino tromba/fl., Antonio Jasevoli chitarra, Enrico Del Gaudio
batteria

20 gennaio
Lello Petrarca Trio/Napoli Jazzology
Lello Petrarca piano, Vincenzo Faraldo double bass, Aldo Fucile batteria

27 gennaio
La banalità del male di Hannah Arendt
riduzione e adattamento di Paola Bigatto e Anna Gualdo
con Anna Gualdo
in occasione della Giornata della Memoria

3 febbraio
Amleto – (o Il Gioco del Suo Teatro)
liberamente tratto da “Amleto” di William Shakespeare
un progetto di | adattamento | regia Giovanni Meola con Solene Bresciani,
Vincenzo Coppola, Sara Missaglia

24 febbraio
Condorelli -D’Argenzio duo/From the soul
Pietro Condorelli chitarra, Gianni D’Argenzio sax

3 marzo
Il grande inquisitore – action two
da “I Fratelli Karamazov” di Fëdor Michajlovič Dostoevskij
con Roberto Azzurro
adattamento, regia e spazio scenico di Sergio Sivori, musiche di Tom Tea

10 marzo
Manca solo Mozart
con Marco Simeoli
scritto e diretto da Antonio Grosso

24 marzo
M’amma non m’amma
con Rosaria De Cicco
regia di Giuseppe Bucci

31 marzo
Tony Miele Live Trio/Needed Noises
Tony Miele chitarre, sound FX, Domenico Guastafierro flauto, Francesco
Scalzo violoncello

14 aprile
Mazel Tov
di Diego Nuzzo
con Paolo Cresta
Anteprima assoluta

21 aprile
La patatina
da “Una patatina nello zucchero” di Alan Bennett
con Antonella Romano e Rosario Sparno

5 maggio
Sigmund & Carlo
scritto e diretto da Niko Mucci
con Niko Mucci e Roberto Cardone

12 maggio
Giobbe, storia di un uomo semplice
dal romanzo di Joseph Roth
con Roberto Anglisani
adattamento e regia di Francesco Niccolini

26 maggio
Francesco D’Errico trio/ The song book volume II
Francesco D’Errico pianoforte, Marco de Tilla contrabbasso, Marco Fazzari
batteria

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments