{"subsource":"done_button","uid":"64402EC0-EF2F-423D-90CC-2FF8E87119AB_1633011762116","source":"other","origin":"gallery","is_remix":false,"used_sources":"{"sources":[],"version":1}","source_sid":"64402EC0-EF2F-423D-90CC-2FF8E87119AB_1633011762133","premium_sources":[],"fte_sources":[]}

NAPOLI – La stagione 2022/2023 del Piccolo Bellini si apre con tre produzioni, ARDORE Il matrimonio tra il teatro e la vitaOpera Viva e La cosa più rara, nate nell’ambito della Bellini Teatro Factory, la scuola triennale di formazione per attori, drammaturghi e registi che accompagna da più di trent’anni la storia del Teatro Bellini di Napoli, prima in forma di Accademia per volontà di Tato Russo e ora con il nome di Factory, da un’idea di Gabriele Russo per un rinnovamento e arricchimento pedagogico.

Questi tre spettacoli segnano diversi passaggi importanti:

La conferma del profondo legame tra pedagogia e produzione artistica che caratterizza la Factory e che, come in passato per Francesco Saponaro, vede anche quest’anno una dei docenti di regia e recitazione, Annalisa D’Amato, firmare la regia di ARDORE Il matrimonio tra il Teatro e la Vita, spettacolo di apertura del Piccolo Bellini, e condividerne la drammaturgia con le tre drammaturghe della scuola.

La chiusura del triennio 2019/2022, che vede in scena, nel ruolo di registi, attori e drammaturghi , sedici giovani tra i venti e i trent’anni, che smettono di essere allievi ed entrano ufficialmente da professionisti nel mondo dello spettacolo dal vivo, a contatto con il pubblico della stagione (gli spettacoli OPERA VIVA e LA COSA PIU’ RARA sono scritti rispettivamente dalle drammaturghe Elvira Buonocore e Marta Polidoro, diretti entrambi dalla regista Maria Chiara Montella, tutti interpretati dagli attori della scuola).

Il passaggio di testimone al nuovo ciclo, 2022/2025, che sarà diretto da Mimmo Borrelli, seguendo la sua visione artistica e pedagogica del teatro come ‘gran patto collettivo’.

Dal 13 al 16 ottobre e 5 novembre

Ardore

Il matrimonio tra il Teatro e la Vita

da un’idea di Annalisa D’Amato

drammaturgia Annalisa D’Amato, Elvira Buonocore, Maria Chiara Montella, Marta Polidoro

scene Lucia Imperato
costumi Giuseppe Avallone
disegno Luci Cesare Accetta

con Mario Ascione, Elvira Buonocore, Francesco Cafiero, Alessandra Cocorullo, Carlo Di Maro, Maria Fiore, Francesco Gentile, Rita Lamberti, Maria Chiara Montella, Raffaele Piscitelli, Marta Polidoro, Riccardo Radice, Stefania Remino, Giuseppe Romano, Alessia Santalucia, Gianluca Vesce

regia Annalisa D’Amato

produzione Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini con il sostegno di puntozerovaleriaapicella 

Orari spettacoli: feriali h. 21:00, sabato h. 19:30, domenica h. 18:30 – 5 novembre h. 21:00

Il rito antico delle nozze. La liturgia che tradizionalmente legittima le unioni e lega gli amori a un vincolo simbolico, si rivela una straordinaria metafora scenica. Un rituale che, sapientemente scardinato, è capace di rappresentare il rapporto profondo, disordinato e vitale che ci lega al teatro. Ai suoi meccanismi, alle sue architetture. Ai suoi infiniti mondi possibili.
Uno spettacolo che attinge al linguaggio cerimoniale e eccessivo dell’amore, al vero artificio del teatro. Che allora si rompano le barriere della logica, del criterio e della razionalità. Chissà che queste due parti non si lascino attraversare, infine, l’una dall’altra: Vita e Teatro.

Bisogna che lo spettatore abbia la sensazione che davanti a lui si rappresenta una scena della sua stessa esistenza, una scena veramente capitale. Chiediamo insomma al nostro pubblico un’adesione intima e profonda. La discrezione non fa per noi.” Antonin Artaud.

 
Ardore è il primo dei 3 spettacoli del Progetto della Bellini Teatro Factory. Il trittico va in scena a conclusione del Triennio 2019-2022 della Scuola di Formazione, e comprenderà anche Opera Viva La cosa più rara, i quali si alterneranno nelle recite a partire dal 18 ottobre. Seguiranno comunicazioni dettagliate.

Info: Ardore, Piccolo Bellini dal 13 al 16 ottobre, e 5 novembre

Prezzi: a partire da € 15

Durata: 75 minuti

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments