NAPOLI – Parola, musica elettronica e danza in un suggestivo incontro che celebra la produzione poetica di Antonio de Curtis: Totò Poetry Culture – QuaSiDanza è la performance elettronica che sabato 21 ottobre, alle ore 20:30, sarà sul palcoscenico di Officine San Carlo, il polo della creatività che il Lirico napoletano ha creato dalla riconversione degli stabilimenti ex Cirio sul Porto industriale di Vigliena. In scena il poeta, performer e autore Gianni Valentino con il musicista, producer e cantautore Lello Tramma, un sodalizio che riassume il duo Totò Poetry Culture.

Nato nel 2021 per celebrare il 70° anniversario di “Malafemmena”, il progetto è diventato presto uno spettacolo omonimo, Totò Poetry Culture. In questa occasione speciale, i due artisti saranno affiancati dai danzatori Marcella Martusciello, anche coreografa, e Antonio Nicastro. La regia è di Gianni Valentino e Manuela Barbato.

 

Lo spettacolo si inserisce nella rassegna “Arte al Forte 4.0”, la proposta della Fondazione Teatro di San Carlo per il progetto culturale “Affabulazione. Espressioni della Napoli Policentrica”, promosso dal Comune di Napoli e finanziato dal Fondo Nazionale per lo Spettacolo della Direzione Generale Spettacolo del Ministero della Cultura. È aperto gratuitamente al pubblico prenotando al seguente link: https://bit.ly/totopoetry.

Il punto di partenza per l’avventura che si consuma in scena è il foglio autografo del 1951 che Totò dedica alla sua Mizuzzina, la moglie Diana Bandini Rogliani, e cioè Malafemmena. Ecco proseguire con i versi più introspettivi di Antonio de Curtis innestati su soundscape elettronici: Core analfabeta e Ammore perduto, ‘A cchiù sincera, La preghiera del clown e ‘A ‘nnammurata mia sono soltanto alcuni. Si svela e si ripercorre, dunque, il diario più intimo del Principe della risata, sconosciuto ai più perché oscurato dalla sua produzione cinematografica e teatrale. Le parole antiche di Totò si mescolano ai suoni ambient, dub, downtempo, chill, deep house e folk, intrecciati a interludi narrativi in cui si esplora il rapporto con Federico Fellini, Lucio Dalla e Pier Paolo Pasolini. La potenza espressiva della musica elettronica unita alla parola non si esaurisce qui: le due dialogano con l’azione corporea dei danzatori e il dancefloor poetico diventa QuaSiDanza con coreografie create ad hoc.

 

Gianni Valentino, poliedrico artista, è poeta e performer, autore e scrittore, giornalista per numerose testate, consulente musicale per cinema e tv, educatore e attivista culturale. È ideatore e voce recitante del duo Totò Poetry Culture condiviso con Lello Tramma e ha firmato il progetto “Senso VIVIANI” (reading, melologhi, mostra fotografica, concerti) dedicato al poeta, drammaturgo, regista e attore stabiese. Ha pubblicato la raccolta di poemetti “Le piume degli angeli scemi” (2015) e l’inchiesta-reportage “io non sono LIBERATO” (2018). È ideatore del circuito NA IF, performance on the road di cinema, canzone, poesia, teatro, arte e cucina.

 

Lello Tramma è musicista, cantautore, producer, compositore, ricercatore e sociologo con formazione etno-antropologica. Fonda i Palkoscenico nel 1999, band elettro-dub-rock, di cui è frontman nonché autore dei testi. Nei tour nazionali e internazionali che seguono, condivide il palco e i festival con Khaled, Roy Paci, Africa Unite, Francesco De Gregori, Elio e le storie tese, Caparezza, Linea 77, Enzo Avitabile, Motel Connection, Max Gazzè. Realizza colonne sonore per cortometraggi e per spettacoli teatrali. Nel 2018 pubblica il suo primo album solista, “Faccio un giro in tram”.

 

 

 

Totò Poetry Culture – QuaSiDanza

Sabato 21 ottobre, ore 20:30

 

Prenotazioni al link: https://bit.ly/totopoetry.

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments