NAPOLI – Torna per il quinto anno consecutivo il premio “Ambasciatori del Sole” ideato dal quotidiano Napoli Village edito e diretto da Raffaele De Lucia.

La manifestazione in programma il 14 dicembre alle ore 18.30, sarà ospitata dal salotto ” Le Zifere” a Palazzo de Sangro di Vietri,  piazzetta Nilo 7 a Napoli.

Come ogni edizione la kermesse, ha un tema portante.

Quest’anno il filo conduttore che legherà tutti i premiati sarà la cultura. Dopo la crisi pandemica e quella economica derivante dal conflitto bellico tra Russia e Ucraina, Napoli deve ripartire dalla cultura, dalle tradizioni, da un modo nuovo di intendere la città, l’economia, motivando le nuove generazioni, dando loro la possibilità di vivere e costruire un mondo fatto di valori partendo dal passato con un occhio fisso verso il futuro.

“La grande bellezza di cui si é spesso discusso – spiega l’editore Raffaele De Lucia-  è sotto i nostri piedi, davanti ai nostri occhi, è nel nostro naso e nella nostra bocca. Napoli, la sua storia fatta di contaminazioni di popoli, la sua arte, i suoi grandi padri fondatori e i suoi figli illustri sono un patrimonio inestimabile, sono l’eredità per i nostri giovani, i nostri figli. È a loro che dobbiamo tendere una mano, sono loro che dobbiamo supportare e aiutare. Le nuove generazioni hanno il compito più arduo, avere il coraggio di restare qui nella loro terra, costruendo con le proprie mani il proprio futuro e quello della città, impastando lavoro e fantasia, musica e parole, farina e lava dei vulcani. Riscoprire le tradizioni, la nostra storia, le nostre radici, attualizzarle senza snaturarle deve essere l’obiettivo di tutti”.

Numerosi i premiati di questa V edizione del premio “Ambasciatori del Sole”. Si parte con Procida Capitale Italiana della cultura 2022, poi il sindaco di Bacoli Josi Gerardo della Ragione, il rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa Lucio d’Alessandro, lo scrittore Maurizio De Giovanni, il presidente della Bcc Napoli Amedeo Manzo, il regista Giuseppe Alessio Nuzzo, il critico d’arte Roberto Nicolucci, la cantante Mbarka Ben Taleb, l’autore di teatro Angelo Rojo Mirisciotti, il manager  Edoardo Imperiale, presente anche Gianfranco Wurzburger  e  l’imprenditore Salvio Passariello, la redazione di Tele Ischia, la trasmissione televisiva “Linea di Confine” condotta dalla giornalista Anna Lamonaca, l’agenzia televisiva Prima Pagina, il giornalista reporter Marco Nicois, lo chef Paolo Gramaglia, il manager Pino Oliva direttore del Teatro Troisi, Audio Live FM di Rosanna Astengo.

Il premio che sarà consegnato quest’anno, che raffigura il “munaciello”, è stato realizzato dall’artigiano di San Gregorio Armeno Lucio Ferrigno. Accanto alla statuina i neo ambasciatori saranno anche fregiati con la spilla rappresentante il simbolo del quotidiano il “Sole”, realizzato da Roberto De Laurentiis noto artigiano del Borgo Orefici.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments