A Sorrento la due giorni di Alis: la ripresa per un’Italia in Movimento (VIDEO)

0

SORRENTO – Da Sorrento partono nuovi modelli e opportunità per la logistica del Paese. Un momento di incontro e confronto per ripartire insieme dopo l’emergenza.

Dopo una fase emergenziale che ha coinvolto la salute dei cittadini e la tenuta economica dell’intero Paese, ALIS – Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile è pronta a ripartire per dare un segnale concreto e positivo al rilancio effettivo dell’Italia non solo sul piano nazionale, ma anche nei mercati europei ed internazionali.

A Sorrento ALIS ha organizzato in totale sicurezza e nel pieno rispetto delle normative vigenti il suo più importante evento dedicato al mondo del trasporto e della logistica dal titolo La Due Giorni di ALIS – La ripresa per un’Italia in Movimento.

L’evento, forte del successo riscontrato nella prima edizione, si svolge nuovamente all’Hilton Sorrento Palace.

Un momento di incontro e confronto tra il popolo del trasporto, stakeholder e autorevoli rappresentanti del Governo, che insieme dialogheranno per riportare al centro dell’attenzione pubblica e all’ordine del giorno dell’agenda politica nazionale, l’importanza dello sviluppo dei trasporti e della logistica in Italia quale strumento essenziale per il rilancio economico dell’intero Sistema Paese post emergenza.

Le aziende dei trasporti e della logistica non si sono mai fermate durante tutto il periodo dell’emergenza provocata dal Coronavirus pur lavorando in perdita e ora chiedono al governo di essere loro “alleato” per il rilancio.

“Il nostro cluster è riuscito a preservare tutti i posti di lavoro”, mentre colossi come Lufthansa, Renault, Hertz, “hanno annunciato tagli drastici del personale” , afferma il presidente di Alis, l’associazione che riunisce le aziende di logistica, Guido Grimaldi, aprendo “La Due Giorni di Alis – La ripresa per un’Italia in movimento” a Sorrento. A giugno infatti ha fatto ricorso alla cassa integrazione solo il 6% delle imprese associate ad Alis – Associazione Logistica dell’Intermodalità sostenibile.

L’auspicio di Grimaldi è ora avere un “governo alleato” che “rimetta al centro della propria visione futura il trasporto e la logistica strategica per il rilancio del nostro Paese e creda nello sviluppo dell’intermodalità e nel trasporto sostenibile”.

In particolare Grimaldi chiede più attenzione all’economia blu, eventualmente con l’istituzione di un ministero del Mare, come in Francia, e che il nuovo modello di continuità territoriale porti al modello spagnolo, “con sostegni direttamente ai cittadini e alle aziende dei trasporti e non a beneficio di una sola compagnia marittima determinando una palese concorrenza sleale”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments