Confcommercio e Regione: collaborazione in temi di sanità (VIDEO)

0

NAPOLI – Rinasce il tavolo di confronto tra Regione e Confcommercio sezione Sanità che oggi hanno avuto un nuovo incontro. Il presidente della Commissione Sanità della Regione Campania Stefano Graziano ha, infatti, incontrato il vice presidente di Confcommercio Napoli e responsabile della sezione sanità, Luigi Muto insieme a rappresentanti del comparto Federfarma, riabilitazione, specialistica, radiologia, dell’autotrasporto di settore, insieme al direttore generale di Confcommercio Campania Pasquale Russo.

“Un incontro proficuo per mettere insieme competenze e professionalità in un settore che per noi è centrale per assicurare il diritto pieno alla salute dei cittadini, a una platea quanto Piu ampia possibile e con un servizio sempre più adeguato. Ripartiamo dopo questo incontro con l’idea di fare un focus sui vari settori principali quali quelli della specialistica ambulatoriale, della diagnostica, dei farmaci. Un appuntamento necessario che in tempi brevi ci porterà ad entrare ancor più nel dettaglio delle questioni oggi aperte”. Un appuntamento che era stato preceduto nelle scorse settimane da quello con il consigliere regionale Antonella Ciaramella che si occupa dei temi della sanità pubblica e privata e della necessità di un sistema che dialoghi.

“Un dialogo importante quello che oggi abbiamo ripreso con il presidente della Commissione Sanità che ha accolto la nostra volontà di metterci a disposizione per collaborare con il settore pubblico per favorire un miglioramento del sistema sanitario e che consenta di offrire servizi adeguati alla cittadinanza. Tematiche importanti anche sul fronte imprenditoriale e dell’occupazione considerando che nel settore lavorano oltre 3500 persone. Ci sono settori importanti per esempio come quello della logistica per i farmaci, spesso oggetto di furti negli ospedali, o come quello della riabilitazione dove si arriva ad avere liste d’attesa lunghe anche tre anni e si possono immaginare i gravi problemi per esempio per le famiglie che assistono persone affette da autismo. È dunque sempre più urgente una collaborazione che oggi segna un passo importante proprio per la cittadinanza”.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami