NAPOLI – “Commercialisti, Banca d’Italia e Istituti di credito tutti assieme intorno a un’importante tavola rotonda sul Credito. Un incontro virtuale, ma concreto nell’operatività e nelle finalità per confrontarsi e capire insieme come affrontare l’emergenza e la fase di rilancio delle attività. Insieme, appunto, per supportare correttamente e con efficacia le Imprese italiane verso un nuovo sviluppo”. Lo ha detto Vincenzo Moretta, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti di Napoli, presentando il webinar “Credito: gli impatti dell’emergenza e gli scenari post Covid-19”, organizzato dall’Odcec partenopeo e in programma mercoledì 27 maggio 2020 (ore 15).

“Un evento operativo tra le professionalità del settore”, evidenzia Moretta. “I commercialisti, presidio di legalità e competenza, sono vicini alle imprese per programmare il vero rilancio dell’economia”.

“L’obiettivo dell’importante incontro tra vertici dei commercialisti e responsabili degli istituti finanziari – ha sottolineato Mario Michelino, Consigliere Delegato della Commissione “Rapporti Banche Imprese” Odcec Napoli – è di fare il punto sulla situazione in corso e di avviare una riflessione sulle possibili strade percorribili da parte delle pmi e delle stesse Banche ed, eventualmente, sulle ulteriori proposte da sottoporre all’attenzione delle Autorità. Il fine ultimo è di assistere e sostenere il tessuto produttivo nazionale nell’attuale scenario e nella fase del rilancio e sviluppo”.

Al tavolo di confronto parteciperanno il Segretario Nazionale dei Commercialisti Achille Coppola e i consiglieri del Cndcec Maurizio Grosso e Lorenzo Sirch.

“Il tema della crescita dimensionale delle imprese rientra tra le priorità”, ha evidenziato Coppola. “Occorre affrontarlo ponendo attenzione alle specifiche caratteristiche delle attività dei comparti produttivi. Contratti di finanziamento o di incentivi per le filiere, i cluster, le reti, i consorzi sono indice di adozione e monitoraggio di politica industriale. Il Made in Italy, con i suoi settori strategici per il Paese va sostenuto con politiche chiare di strategia industriale. Occorrono poi investimenti e semplificazioni per il comparto logistico e portuale”.

“I nuovi strumenti messi a disposizione, nell’emergenza, per migliorare l’accesso al credito – ha sottolineato Sirch – hanno una portata non ordinaria. Le varie moratorie e sospensioni ex lege hanno già sospeso di fatto finanziamenti per 240 miliardi di euro e l’erogazione di prestiti garantiti dallo Stato sta registrando numeri in netta crescita progressiva. La comprensione e condivisione delle varie misure al fine di un ulteriore aumento del loro utilizzo è di estrema importanza per le Imprese clienti dei commercialisti”.

Ponendo l’accento sulle criticità operative emerse, il consigliere nazionale Grosso ha rilevato, invece, che “i principali problemi sono da attribuire all’impostazione errata del processo legislativo ed alla dilagante burocrazia, che si traduce in un’attività di ‘ridimensionamento dei provvedimenti’.

Gli annunci, d’altronde, creano un’aspettativa di elargizioni immediate, semplici e generalizzate, ma nella successiva fase di concretizzazione – ha aggiunto – ci si scontra con la limitatezza delle risorse e con un atteggiamento bizantino di ‘sminuzzamento’ delle norme. Viene così fuori una normativa molto complessa, frazionata e articolata, che poi apre le porte alla burocrazia”.

I lavori si svilupperanno con gli interventi di Antonio Cinque, Direttore della Sede di Napoli di Banca d’Italia, e dei rappresentanti degli Istituti finanziari; Antonio Cesarano, Chief Global Strategist di Intermonte SIM; Alessandro Lenoci, Direttore Area Imprese Napoli e Provincia di Intesa Sanpaolo; Paolo Masini, Responsabile Sud e Sicilia di MPS Capital Services; Bernardino Lamberti, Area Manager Campania e Basilicata di Banca MPS; Gianluigi Gargiulo, Responsabile Corporate Sud di Banco BPM; Andrea De Ponte, Direttore Territoriale Campania di UBI Banca; Guido Serafini, Responsabile Direzione Regionale Campania di BPER Banca; Salvatore Langella, Responsabile Sviluppo Imprese CentroSud di Credito Emiliano; Eugenio Alaio, Dirigente Area Crediti di Banca di Credito Popolare

“Ancora una volta, un battito d’ali (questa volta forse di un pipistrello cinese) – ha osservato Cesarano -si è riverberato dall’altra parte del mondo creando enormi problemi nel breve termine. Su un’ottica più di lungo termine può però essere una formidabile occasione per rilanciare e ristrutturare l’economia italiana e dell’area, secondo i filoni che la Commissione Europea intende seguire per il Recovery Fund”.

Secondo Bowinkel: “Vanno ripensati i Modelli di Business delle Imprese ed è fondamentale avviare un percorso di evoluzione interna e di sviluppo sui mercati internazionali. Le attività di Pianificazione strategica ed economico-finanziaria e di Monitoraggio periodico rappresentano la base imprescindibile di un tale processo, che fa emergere in tutta la sua forza il ruolo del Commercialista specializzato, anche per dar seguito ai nuovi obblighi inerenti all’adeguato assetto organizzativo. Competenze e Innovazione sono gli asset portanti per il prossimo futuro”.

Il Webinar è gratuito ed aperto al pubblico. La partecipazione all’evento attribuirà n.3 crediti formativi riconosciuti ai Commercialisti/Revisori.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments