Quaranta studenti e docenti napoletani in Cina per il China Italy Innovation Forum e del Sino Italian Exchange Event (VIDEO)

0

NAPOLI – Quaranta studenti e docenti napoletani voleranno in Cina, dal 23 novembre al 1 dicembre prossimi, in occasione del China Italy Innovation Forum e del Sino Italian Exchange Event, i due principali eventi di cooperazione scientifica e innovativa Italia-Cina organizzati rispettivamente dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e dalla Regione Campania, con la partecipazione di alti rappresentanti istituzionali di entrambi i Paesi. Oltre a partecipare ai due importanti eventi, le scuole campane affronteranno inoltre quattro giornate di lavoro all’interno di altrettante scuole di Pechino, con cui è stato costruito un programma di attività partito lo scorso settembre.

La rete napoletana è guidata dall’Istituto Marconi di Giugliano e costituita in partenariato con il Liceo Scientifico Linguistico De Carlo di Giugliano; l’Istituto Tecnico Tecnologico Leonardo da Vinci di Napoli; e l’Istituto a indirizzo raro Caselli-De Sanctis di Capodimonte. Sono rappresentate all’interno del network competenze didattiche e percorsi formativi che spaziano dalla moda al design, alla ceramica e all’audiovisual, per arrivare alle competenze scientifiche e culturali, ritenute centrali anche in percorsi “professionalizzanti” perché rappresentano il valore aggiunto del sistema formativo italiano.

L’evento sarà anche l’occasione per far conoscere le competenze degli istituti campani, con la realizzazione di una sfilata di moda, di una dimostrazione sull’arte musicale rinascimentale e di una piccola mostra delle opere tessili e in ceramica di Capodimonte.

Nelle giornate dedicate allo scambio nelle scuole, i ragazzi e i docenti saranno impegnati con i colleghi cinesi in attività laboratoriali che li vedranno confrontarsi su tecniche di lavorazione, design di capi di moda e di ceramica, uso di materiali nuovi e tradizionali, oltre che – naturalmente – sul nodo centrale del rapporto tra l’immenso patrimonio delle due tradizioni culturali e le spinte di innovazione dei propri settori di competenza.

Il progetto, denominato “Fashion, Art and Creativity on the Silk Road” si è classificato primo nel bando della regione Campania  “Rete per la mobilità internazionale nelle scuole secondarie campane”, finanziato sulle risorse del Programma nazionale “Promossi”.

“Per i partecipanti sarà una grande emozione – afferma Lucia Fortini, assessore all’Istruzione e Politiche giovanili della Regione Campania -. I ragazzi avranno la possibilità di confrontarsi con culture molto diverse dalla nostra, visitare territori che forse non avrebbero mai visto e arricchire il loro bagaglio culturale. Si confronteranno con qualcosa di mai visto prima e amplieranno il loro orizzonte. Questo per noi significa centrare appieno gli obiettivi che ci diamo ogni giorno, aiutando i giovani a costruirsi un futuro che gli dia prospettive sempre migliori”.

Giovanna Mugione, dirigente scolastico dall’Istituto Marconi, capofila della rete, evidenzia: “Finalmente ci siamo, porteremo a Pechino il nostro Made in Italy: moda, fashion, ceramica, musica. L’obiettivo è allargare i confini mentali e fisici degli studenti e spingerli alla valorizzazione delle loro competenze. Ringrazio per la disponibilità e la collaborazione gli altri dirigenti scolastici, Carmela Mugione, Marco Ugliano e Valter Luca De Bartolomeis, con i quali c’è stata una proficua collaborazione”.

Da parte cinese, sono coinvolti nel progetto quattro istituti, tutti con base a Pechino: Beijing College of Finance and Commerce; Beijing Polythecnic; Beijing Advanced Technical School of Arts and Crafts; Beijing Institute of Fashion, la più importante Università in Cina nel settore della moda.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami