9.2 C
Napoli

Acquisto Osimhen, la procura chiude le indagini: quale destino per Adl?

-

NAPOLI – Aurelio De Laurentiis, il presidente del Napoli è indagato per l’affare di Victor Osimhen, oggi, la procura di Roma ha chiuso l’indagine: è falso in bilancio. Questa è l’accusa per il presidente che acquistò il nigeriano a una cifra di 71,2 milioni sborsandone solamente 50 circa più i cartellini di Karnezis, Liguori, Manzi e Palmieri.

“Si è chiusa l’inchiesta che era stata archiviata con il riferimento a ipotesi di reati tributari. Ora leggeremo le carte dell’inchiesta, ricordo che questo di oggi non è un rinvio a giudizio ma una chiusura di indagini”. Lo afferma all’ANSA Fabio Fulgeri, l’avvocato che si occupa della difesa di Aurelio De Laurentiis in merito all’inchiesta della Procura di Roma sull’indagato presidente del club azzurro per falso in bilancio sull’acquisto di Osimhen dal Lille. Tendenzialmente – spiega il legale – il falso in bilancio nella propria ipotesi originaria di reato nasce per l’idea di frodare il fisco, ma in questo caso ciò non è avvenuto, è un’ipotesi già esclusa dai magistrati a Napoli. Rimane però in piedi l’indagine. Ricordo che quello di oggi non è un rinvio a giudizio, ma un avviso che le indagini sono state concluse e ora possiamo prendere visione degli atti per poi cominciare a spiegare la nostra difesa formale davanti al pm. Credo che nella prossima settimana, da giovedì in poi, potremo leggere gli atti e vedremo di spiegare le nostre ragioni”.

Queste le parole di Mattia Grassani, avvocato specializzato in diritto sportivo che da un po’ segue il Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Kiss Kiss Napoli: “Il caso Osimhen e il falso in bilancio? Non sono a conoscenza di tutto ciò quindi non posso confermare e non posso smentire. Posso dire che ove fosse vere la notizia e quindi la Procura della Repubblica avesse chiuso le indagini ritenendo sussistenti le ipotesi di reato si tratterebbe esclusivamente della posizione dell’accusa in ambito penale tutta da verificare e da contrastare in un dibattimento.”, aggiunge inoltre: “Sotto il profilo sportivo gli stessi giocatori hanno portato ad un esito diametralmente opposto ossia quello del proscioglimento del club e dei dirigenti che hanno collaborato e contribuito a determinare l’operazione Osimen. Quindi occorre predicare calma, prudenza ed un avviso di conclusione delle indagini significa che soltanto un tassello di un puzzle molto più grande è stato collocato in una scacchiera che manca ancora degli elementi fondamentali e quindi di una difesa della società e dei suoi dirigenti, di una valutazione da parte del GIP gup ecc…”

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x