ancelotti

NAPOLI (fonte sscn.it) – “La Sampdoria è un avversario forte e complicato da affrontare, ma noi vogliamo proseguire il cammino intrapreso sinora”. Carlo Ancelotti parla in conferenza stampa a Castelvolturno alla vigilia del match di Marassi.Il Napoli vuole essere l’anti Juve?

“Troppo presto per pensare alla classifica, l’importante è mantenere la linea vincente e stare concentrati su quello che vogliamo fare domani. La Sampdoria è una squadra con una ottima organizzazione e con un allenatore capace. Conosciamo le difficoltà che andremo ad affrontare ma siamo convinti di disputare un’ottima partita”.

Ci saranno cambi rispetto alle prime due gare?

“Se cambio qualcosa è per motivare i ragazzi del gruppo, non per difficoltà di qualcuno. Per fortuna ho molto più di undici calciatori bravi e quindi potrei lasciare spazio a chi ha giocato di meno sinora”.

“Però non dipenderà certamente dall’avversario e in questo caso dalla Sampdoria. Noi avremo sempre una idea precisa che è quella di imporre il nostro gioco”.

In Champions Girone di ferro per il Napoli?

“Il Girone è difficile perchè ci sono tre squadre di alto livello quali PSG, Napoli e Liverpool e poi una outsider di spessore che è la Stella Rossa. Giocare a Belgrado è difficilissimo e io ho esperienza su quel campo. Non penso però che a Parigi abbiano stappato champagne per aver preso il Napoli nel girone e non credo che neppure il Liverpoool sia contento”.

“Noi abbiamo delle carte da giocare e ce le giocheremo. Sarà un girone molto stimolante.Certamente Juventus e Roma hanno un calendario più agevole rispetto Napoli e Inter ma io spero vivamente che possiamo passare tutte e quattro anche per dare un impulso al calcio italiano”.

Su Hamsik play di centrocampo:

“Marek mi è piaciuto molto in quel ruolo fin dal primo giorno che l’ho visto. Ha capacità e tecnica per farlo. Poi ho anche Diawara che è bravissimo e ha forza e freschezza. A me piace averli entrambi in quel ruolo perché mi danno sicurezza”.

“Giocare tutta la partita è un luogo comune che mi piacerebbe sfatare. Io ho una rosa che va utilizzata, ho delle risorse da sfruttare e giocare 30 minuti a volte potrebbe essere più decisivo che disputarne 60, come è capitato con Mertens contro il Milan”.

“Fare la formazione con questa rosa mi dà serenità perché qualsiasi uomo che io possa scegliere non scalfisce la qualità della squadra”.

Napoli a punteggio pieno ma restano i 3 gol subìti come unico neo…

“E’ un aspetto che non coinvolge solo la difesa ma tutta la squadra. E’ chiaro che stiamo lavorando per migliorare, ma è una crescita che deve effettuare l’intera squadra non solo il reparto difensivo”.

Come sta Fabian Ruiz?

“Fabian sta bene, è rientrato nel gruppo e sicuramente ha un gran futuro e ci darà una grande mano già quest’anno. E’ un centrocampista che è già nel giro della Nazionale spagnola ed ha tanta qualità”.
La filosofia che sposa Ancelotti è quella di giocar bene o conta solo vincere?

“Se giochi bene hai più possibilità di vincere. Però il calcio è strano e spesso non c’è una regola precisa. Io penso che per vincere bisogna sfruttare al massimo le capacità dei giocatori che hai a disposizione e coinvolgere tutta la rosa creando un ambiente positivo”

“Farlo in questa rosa è semplice perché non vedo egoismo ma tanto altruismo tra i ragazzi. Io non credo che esista una sola filosofia vincente, si può vincere in tanti modi purchè esista un gruppo sano e unito”.

I convocati:

Portieri: Ospina, Karnezis, D’Andrea (maglia numero 22, classe 2000)

Difensori: Albiol, Malcuit, Koulibaly, Chiriches, Luperto, Maksimovic, Mario Rui, Hysaj

Centrocampisti: Allan, Rog, Diawara, Zielinski, Fabian, Hamsik

Attaccanti: Verdi, Callejon, Ounas, Insigne, Mertens, Milik

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments