19.2 C
Napoli

Lampo Osimhen, la qualificazione è ancora possibile

-

NAPOLI (Di Anna Calì) – Nel momento peggiore della sua prestazione, dopo aver mancato due gol, a un passo dalla sostituzione, Osimhen al 76′ fa esplodere il Maradona che per la gara di Champions contro il Barça si è presentato col suo abito migliore: totalmente sold out. Con la rete di Victor Osimhen, il Napoli porta di nuovo il risultato sulla parità dopo il gol segnato al 60′ da Lewandowski su errore di Giovanni Di Lorenzo.

La prima per il CT Calzona poteva andare meglio, ma non potevamo aspettarci grandi cose dopo almeno un giorno di conoscenza con il nuovo Mr. Una partita che è stata approcciata in maniera timida con una flebile voglia di fare e mettersi in gioco, ma con remore e paure di poter commettere degli errori gravi.

La prima mezz’ora di gioco è servito a farci finalmente rivedere un buon Napoli che, negli ultimi mesi è stato nulla e nonostante gli aspetti positivi il primo tempo si è concluso con zero tiri in porta e, il Barcellona ne approffita col pressing e con i tiri in porta, ma è stato grazie a Meret e al suo farsi trovare pronto che non abbiamo subìto una debacle mostruosa.

Una volta superate le paure iniziali, gli azzurri hanno iniziato a prendere le redini in mano della partita e hanno saputo affrontare a testa alta l’avversario.

Bene la prestazione di Lobotka, mentre molto male Cajuste che poteva e doveva essere sostituito un po’ prima. Molto male Di Lorenzo che da mesi ormai stiamo giocando in 10, un capitano assente e visibilmente stanco.

Da dover capire il perché il tecnico abbia scelto di sostituire Kvara con Lindstrom, quando è stato ed è l’unico che comunque crea passaggi in lunghezza e ha velocità nelle gambe.

È stato sorprendente vedere il modo in cui anche i nuovo ingressi abbiano affrontato la partita con una buona condizione fisica e mentale, sarà sicuramente merito del ritorno del preparatore atletico Sinatta? Altrimenti, non si spiegherebbe come mai questi cambi d’approccio nel giro di pochissimi giorni.

Era difficile poter portare subito i tre punti a casa, hanno lavorato veramente poco, è tutto ancora aperto e il ritorno darà il suo verdetto conclusivo per il passaggio successivo della Champions!

E qualsiasi esso sarà il risultato, saremo sempre vincitori di questa maglia, proprio come lo striscione esposto questa sera sullo stadio: “Cara maglia, insieme a te saremo sempre i vincitori”

FOTO GALLERY 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x