valdifiori-napoli1-300x225

NAPOLI – “Higuain resta con noi, per Albiol servono 15 milioni, su Koulibaly resto perplesso e amareggiato”. E’ il De Lauretiis pensiero, raccontato ieri sulle pagine del Corriere dello Sport: «Sono nato con la cultura del progetto e ho importato nel calcio questo mio modo di essere. Quando arrivai, non ereditai il Napoli, ma una tifoseria straordinaria che mi ha dato la forza di non abbandonare nei momenti difficili. Higuain è tormento, è estasi. Ho messo i soldi sul tavolo.

Offerte non gliene sono arrivate e il Pipita è un uomo serio, quando finirà la coppa America ci dirà. Sento che non tradirà l’affetto di Napoli».«Credevo che Koulibaly fosse una persona perbene, ne avevo tratto questa impressione. Al di là delle multe che si possono applicare, esiste poi un accordo sui diritti di immagine. E il Napoli stava per firmare nuove intese commerciali per utilizzare l’immagine di Koulibaly: le sue esternazioni, perché di ciò si tratta, hanno fatto saltare queste operazioni. La sua maglia ora è invendibile. Ha creato danni per milioni di euro e gli specialisti che ho interpellato stanno studiando la questione. Non vorrei che Koulibaly debba lavorare a vita per rimediare». Intanto impazza il mercato, per ora dei nomi o come molti lo definiscono delle figurine. Attorno al nome Napoli sono stati accostati nelle ultime ore almeno 10 giocatori, da Herrera a Immobile, passando per Piotr Zielinski, che sembra però apprezzare di più Liverpool che Napoli, per finire a  Corentin Tolisso , il multiuso del Lione. Intanto dopo il caso Koulibaly sta per esplodere anche quello Valdifiori. Oggi il suo procuratore a radio Kiss Kiss ha acceso il fuoco attorno al suo assistito sparando a zero su Sarri che un anno fa lo volle a Napoli: “Mi hanno fatto piacere le parole di De Laurentiis che l’ha nominato tra i giocatori su cui contare. Sarri? A me interessa la stima del presidente, poi è la verità quello che ha detto, che glielo chiedono tutti. Ci ha fatto molto piacere. Resta a Napoli? Non lo so, la formazione non la fa il presidente, resto dell’idea che sia meglio per lui andare via”, ha detto Mario Giuffredi.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments