NAPOLI – Ottantatré casi di variante Delta nei comuni dell’Asl Napoli 3 Sud registrati nelle ultime settimane, nessuno dei quali però ha necessitato finora di ricovero ospedaliero. Degli 83 casi, 44 sono stati individuati a Torre del Greco (Napoli), il comune con più abitanti dell’intera Asl: ”Siamo al lavoro per provare ad identificare il ‘paziente 1’.

Stesso discorso per il caso del cluster rilevato in una palestra di Agerola, dove sono stati registrati una decina di casi. Siamo al lavoro anche per risalire a tutti i contatti stretti avuti dai soggetti risultati positivi” dice il direttore sanitario della Asl, Gaetano D’Onofrio.

Il direttore sanitario fa il punto sull’impennata di nuove positività: ”Bisogna fare una netta distinzione tra casi e ricaduta nelle strutture ospedaliere. È vero insomma che negli ultimi tempi sono stati registrati più contagi in relazione alla cosiddetta variante Delta ma è anche vero che questo non ha pesato sulle strutture sanitarie. Nella fattispecie oggi l’unico Covid hospital della Napoli 3 Sud, il nosocomio di Boscotrecase, conta un ricovero in terapia intensiva, 14 in sub-intensiva e dieci ricoveri ordinari”.

D’Onofrio spiega che ”questo dimostra come importante sia la campagna vaccinale, che oggi ha raggiunto in Italia una copertura pari ad un quarto circa della popolazione complessiva.

Non a caso tra i nuovi contagi, la maggior parte ha interessato soggetti non vaccinati e solo una parte ridotta chi ha ricevuto la sola prima dose. Insomma, anche questi contagi dimostrano l’importanza e gli effetti dei vaccini. Del resto la prova lampante viene dall’Inghilterra: se è vero che in Gran Bretagna negli ultimi tempi sono stati registrati anche undicimila nuovi contagi in un giorno, è altrettanto vero che non c’è stato analogo incremento tra i ricoveri, a dimostrazione che anche con una sola dose di siero il numero degli ospedalizzati non cresce in egual misura”. (ANSA).

Sono 110 i nuovi positivi al Covid in Campania, su 8.386 test molecolari esaminati ieri: ne deriva un tasso di incidenza dell’1,31 in leggero rialzo rispetto all’1,27% precedente. Nel bollettino dell’Unità di crisi, aggiornato alla mezzanotte scorsa, si segnalano anche 2 nuove vittime.

Contrariamente a quanto riportato in precedenza dall’Unità di Crisi, è in calo l’occupazione delle terapie intensive, a quota 22 (-1) e continua il calo anche dei posti letto di degenza, oggi 257 (-17).
Complessivamente sono stati vaccinati con la prima dose 3.193.701 cittadini. Di questi 1.394.025 hanno ricevuto la seconda dose.

Nei locali dell’Albergo dei Poveri a Napoli si svolgerà il 30 giugno, dalle ore 14 alle ore 17, una sessione di vaccinazioni destinata ai senza fissa dimora. Lo ha annunciato l’assessore comunale con delega al Contrasto alle povertà, Giovanni Pagano, in commissione Qualità della.vita, a seguito di una riunione con l’Asl Napoli 1 che ha il coordinamento della campagna di immunizzazione della popolazione in città.

L’assessore ha lanciato un appello alle associazioni impegnate nell’assistenza ai senza fissa dimora affinché curino l’invio delle prenotazioni alla cooperativa sociale Dedalus entro le ore 16 di lunedì 28 giugno. Al momento della prenotazione occorrerà indicare se la persona da vaccinare è in possesso o meno del codice STP (Straniero Temporaneamente Presente) che consente l’assistenza sanitaria anche agli extracomunitari irregolari, l’età e l’esistenza di eventuali patologie pregresse. I vaccini somministrati saranno Moderna, per chi ha meno di 60 anni, e Johnson & Johnson per tutti gli altri.

Le somministrazioni effettuate sono state, in totale, 4.587.726.

Questo il bollettino di oggi:
(dati aggiornati alle 23.59 di ieri)

Positivi del giorno: 110 (*)
di cui
Sintomatici: 40 (*)
* I dati si riferiscono ai tamponi molecolari

Tamponi molecolari del giorno: 8.386
Tamponi antigenici del giorno: 6.104

Deceduti: 2 (**)
** nessun deceduto nelle ultime 48 ore, 2 deceduti in precedenza ma registrati ieri.

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 22
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (*)
Posti letto di degenza occupati: 257

* Posti letto Covid e Offerta privata.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments