NAPOLI- Dopo la decisione del presidente della Regione Campania De Luca, di lasciare la Campania in zona arancione e non gialla come deciso dal Governo, questa sera sul lungomare Caracciolo all’altezza di Piazza Vittoria è andata in scena la protesta dei ristoratori.

Blocchi stradali, sit in di protesta e persone sdraiate sulla sede stradale per paralizza il traffico dello shopping natalizio.

Oltre 200 tra imprenditori, cuochi, camerieri e personale di cucina hanno manifestato il loro dissenso.

“Siamo allo stremo! Ci state uccidendo!”, questo il commento a caldo di molti di loro.

“Stamattina avevamo fatto approvvigionamento per i prossimi giorni di zona gialla, dice Massimo titolare di un esercizio commerciale di ristorazione del Lungomare- ora chi ci risarcirà queste spese. Dobbiamo buttare pesce e carne comprati con gli ultimi spiccioli rimasti”.

Stesso discorso per Gianni titolare di una caffetteria: “Ora basta diteci di fallire facciamo prima!”

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments