NAPOLI – Dolcezza, scaramanzia e tanta passione. Questi, gli “ingredienti” principali del Natale 2020 firmato dal pasticciere sorrentino delle celebrity, Antonio Cafiero. Un vulcano di idee tutte da assaporare che, dopo il Pandelizia, gustoso mix tra pandoro, panettone e delizia al limone, ha deciso di portare in tavola anche un po’ di… fortuna. In che modo? Realizzando i simboli porte-bonheur per eccellenza, ovvero corni rossi, ferri di cavallo e quadrifogli, in gustosa pasta reale. Un’antica specialità dolciaria made in Naples, a base di mandorle, nata a quanto pare nel convento di San Gregorio Armeno, in occasione di una visita di re Ferdinando IV di Borbone.

Dolci deliziosi e beneauguranti, da mangiare personalmente o donare, per cercare di alleggerire ed esorcizzare un po’ questo periodo così pesante e particolare.

Altra novità natalizia di Cafiero, una rivisitazione dell’intramontabile omino di pan di zenzero, che smessa la classica mise, sceglie di “indossare” pantaloncini corti e maglietta del Napoli, con tanto di numero 10, prendendo le sembianze del mitico Diego Armando Maradona, scomparso di recente.

Un dolce omaggio all’indimenticato ed indimenticabile “Pibe de Oro”, decorato con cioccolato e ghiaccia reale, disponibile sia in formato maxi che mini. Quest’ultimo, da appendere, eventualmente, anche all’albero di Natale.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments