PIGNATARO (CE) – Compiere venti anni e non sentirli. Un’associazione fresca e sempre sul pezzo, con tanti traguardi raggiunti ed un ventennio di solida attività sempre per lo stesso obiettivo: favorire lo sviluppo di quei Paesi che attualmente sono più svantaggiati economicamente e socialmente, mediante la realizzazione di progetti sostenibili nel tempo, che mettano al centro la dignità della persona umana.

32.000€ è il record storico per la Sagra degli Antichi Sapori ed. 2022, che quest’anno nella sua 20esima edizione si ha l’ambizione di superare. L’appuntamento è fissato da giovedì 6 fino a lunedì 10 luglio, in località Partignano nel comune di Pignataro Maggiore (CE) in Via Aldo Moro dove partirà anche quest’anno lo straordinario viaggio tra i piatti ed i profumi della tradizione dell’Agro-Caleno.

 

La filosofia dei volontari si incarna nella consapevolezza che la solidarietà non è un valore solo da proclamare ma da vivere con attività concrete come la Sagra degli Antichi Sapori. Affiatamento, entusiasmo, collaborazione e uno spirito di fraternità straordinari: questi i segreti del successo dei vent’anni della Sagra insieme alla buona cucina ed ai tanti sorrisi!

Nelle cinque serate di apertura degli stands si potranno degustare tra le tante specialità: “pettole e fagioli” (pasta fatta rigorosamente a mano dalle NS volontarie i giorni che precedono l’evento), il tradizionale soffritto, la Porchetta di Ariccia, “i guanti” (dolce tipico dell’Agro Caleno fatto rigorosamente a mano dalle NS volontarie durante l’evento), l’immancabile mozzarella di bufala ed i formaggi, gli “arrosticini” di pecora, “mugnoli e salsiccia”, le pizze fritte e al forno, tra i dolci anche la “pizza figliata” con noci e miele secondo l’antica ricetta e tanti altri piatti della tradizione, tutti serviti ai piedi della fresca collina di San Pasquale accompagnati dall’ottimo vino locale e da fiumi di birra.

Conto alla rovescia allora per l’apertura della Sagra degli Antichi Sapori, che darà la possibilità di degustare cibi genuini ed una selezione di piatti che valorizzano le tipicità agroalimentari del nostro territorio. Tra stands espositivi e dimostrativi, giochi e balli di piazza, concerti e musica popolare si potranno trascorrere piacevoli serate all’insegna della solidarietà attiva.

L’Associazione collabora da anni attivamente con la ONG internazionale AZIONE PER UN MONDO UNITO (AMU), che promuove e gestisce materialmente, insieme alla gente del posto, concreti e duraturi piani di sviluppo. I proventi della manifestazione saranno infatti devoluti al finanziamento del progetto dell’AMU (www.amu.it) “Acqua Fonte di Vita e Sviluppo a Ruyigi” in Burundi, che riprodurrà l’esperienza di quello già realizzato sulle impervie colline di Rukanda, nel Comune di Bururi, dove è stato costruito un acquedotto che garantisce l’approvvigionamento di acqua potabile alle popolazioni locali che ne erano prive, assicurando igiene e possibilità reali di affrancamento da una vita priva anche dell’essenziale.

Le ampie aree parcheggio e stand con musica, intrattenimento e giochi per bambini completano una manifestazione che ogni anno gode della presenza di migliaia di visitatori provenienti da tutto il territorio campano e non solo.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments