DSC_9062

NAPOLI (di Roberta Porciello)- Una pianta medicinale dotata di infinite proprietà salutari…ma nello stesso tempo difficile da mangiare e digerire …stiamo parlando dell’amato/odiato Aglio.

Ecco la soluzione per voi, un pesto di aglio orsino che cresce spontaneamente nei boschi ad altitudini superiori ai 1000 metri, piatto preferito dagli orsi che ne vanno ghiotti. Il sapore è delicato e meno invasivo ed anche gli effetti collaterali sono ridotti. L’abbinamento delle foglie di aglio orsino con un buon olio rigorosamente extra vergine d’oliva crea un pesto ottimo da mangiare singolarmente o da abbinare a diversi piatti!. Questa la sperimentazione di Francesco Fusco, chef patron del ristorante orto Il Moera di Avella il quale raccoglie personalmente le foglie di aglio orsino nel monti del Paternio ed il primo produttore in Italia.  Ci hanno accolto nel loro ristorante Orto Il Moera  Francesco e Diana Fusco per presentarci, insieme ad alcuni amici il loro Pesto di Aglio Orsino, per un pranzo a più mani. L’entrèe affidato al pizzaiolo Ciro Coccia della pizzeria La Dea Bendata di Pozzuoli con delle gustose montanarine con pancetta, pomodorino del piennolo, pesto di aglio orsino e scorzette d’arancia,  la favolosa provola affumicata con impanatura croccante di mandorle e cereali su letto di patate e pesto di aglio orsino, con un fritto leggerissimo e un gioco di consistenze piacevolissimo.  Si prosegue con una coppia vincente lo chef resident Francesco Fusco e la maestra gelatiera Pina Molitierno per un piatto bello da vedere ma buonissimo da mangiare: Baccalà in olio cottura, vellutata di cavolfiore, gelato di finocchio e aglio orsino; sperimentazioni e giochi di temperature, per un piatto di gusto e personalità. Il primo è un buon risotto proposto da Francesco all’aglio orsino e peperone crusco, il secondo vede la “discesa in tavola” dello chef Paolo Barrale per un piatto dalla cottura e preparazione perfetta per un equilibrato ed un armonico boccone di Pancetta di maiale in porchetta con terrina di patate e aglio orsino. Si termina con un’altra coppia il pizzaiolo Ciro Coccia con la sua montanara  e il sublime sorbetto al limone di Pina Molitierno…noi ci fermiamo qui voi riscoprite il buono, i prodotti del nostro territorio senza dover andar poi così lontano.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments